Giugno 8, 2021
Da Radio Blackout
43 visualizzazioni


In questi mesi la nuova linea ad alta velocità tra Torino e Lyon, dopo un lungo periodo di stasi, ha avuto una serie di brusche accelerazioni in Clarea e a San Didero. in un crescendo di violenza ed occupazione militare del territorio.
Il governo vuole, costi quel che costi, imporre con la forza la realizzazione di una nuova linea ferroviaria inutile, costosissima, nociva per la salute e il territorio.
In ballo c’è molto più di un treno. In ballo c’è la necessità di piegare e disciplinare un movimento che lotta da 30 anni.

I No Tav non sono disposti a ridursi a mero movimento di testimonianza e continuano a mettersi di mezzo
Il 12 giugno è stata lanciata una marcia No Tav da Bussoleno a San Didero. Sarà una marcia popolare, preparata dalle numerose assemblee che si stanno svolgendo in valle, sarà un’occasione cruciale per dimostrare che l’opposizione al Tav è forte e radicata. Di questi tempi una scommessa cruciale.

Appuntamento ore 14 in piazza del mercato (piazza cavalieri di vittorio veneto)

Questa sera ore 20,30 assemblea al Polivalente di Bussoleno

Ne abbiamo parlato con Nicoletta Dosio

Ascolta la diretta:





Fonte: Radioblackout.org