165 visualizzazioni

Il 28 ed il 29 agosto, Basilea accoglierà il 125esimo anniversario del primo Congresso sionista.

Politici di alto rango, tra cui il presidente dello Stato di Israele, sono attesi in questa occasione. Ma non è una data da festeggiare!

Il sionismo rappresenta il fondamento ideologico dello Stato di Israele, uno degli ultimi progetti coloniali del 21esimo secolo, che da decenni legittima la spoliazione di terre, l’espulsione e la pulizia etnica del popolo palestinese e ha portato ad un regime di apartheid.

Il progetto di Theodor Herzl di colonizzare la Palestina ha portato alla “Nakba” (catastrofe) nel 1984, durante la quale oltre 5.000 Palestinesi sono stat* uccis* dalle milizie sioniste. 800.000 Palestinesi sono stat* costrett* a lasciare i propri villaggi per cercare rifugio nei paesi vicini, in Cisgiordania e nella striscia di Gaza.

Ma la Nakba non si è mai fermata! Oggi, ci sono oltre 600 checkpoint militari e oltre 250 insediamenti illegali. Nella striscia di Gaza, a Gerusalemme Est, in Cisgiordania o nello Stato di Israele stesso, i/le Palestinesi vengono sistematicamente privat* dei propri diritti, compreso il diritto al ritorno nel loro paese di origine.

La nostra opposizione non è quindi contro le persone ebree, ma contro questa ideologia di Stato che legittima l’oppressione dei/delle Palestinesi.

Condanniamo lo svolgimento di questa cerimonia di anniversario. Condanniamo la Svizzera e la città di Basilea perché hanno scelto di celebrare uno Stato oppressore e la sua ideologia razzista e colonialista.

Noi, Palestinesi che vivono in Svizzera, e coloro che ci sostengono, chiediamo alla città di Basilea di non svolgere il congresso sionista e di riconoscere la propria parte di responsabilità nell’instaurazione dello Stato di Israele sulle terre palestinesi rubate.

Il 27 agosto organizzeremo le nostre manifestazioni durante le quali troveranno spazio le voci critiche.

Il 28 agosto organizzeremo una grande contro-manifestazione contro il congresso.

Invitiamo tutt* a venire a Basilea a manifestare la propria solidarietà con il popolo palestinese!

De Palästina Spricht Basel e gruppi e individui solidali

Per domande, info ecc: [email protected]

Fonte: renverse.co




Fonte: Frecciaspezzata.noblogs.org