Maggio 24, 2021
Da Notav
97 visualizzazioni


Sabato 22 maggio si ù tenuto, a San Didero, il consiglio dell’Unione Montana insieme a quelli dei Comuni di San Didero, Bruzolo e Caprie.

Al centro del dibattito la volontĂ  di schierarsi apertamente contro la costruzione di un nuovo autoporto in Valsusa, contro la nuova linea ferroviaria ad alta velocitĂ  Toirno-Lione e di aprire immediatamente una vertenza-confronto con SITAF.

Importante anche il riconoscimento nel Mite quale ente che ha potere decisionale, che successivamente detta le politiche e le linee guida a cui enti come Telt e Sitaf dovrebbero sottostare; ma anche in qualitĂ  di unico interlocutore per naturalezza istituzionale.

La salute dei cittadini e la tutela del territorio hanno fatto da sfondo in molti degli interventi degli amministratori presenti, attenti anche sottolineare la legittimitĂ  del diritto al dissenso in Valsusa.

Molte delle amministrazioni presenti hanno anche rinnovato il loro sostegno al movimento No Tav e alla partecipazione alla marcia popolare del 12 giugno da Bussoleno a San Didero inserendosi nella scia di una forte necessitĂ  che vede Comuni, movimenti e  cittadini viaggiare uniti per fermare l’opera.




Fonte: Notav.info