Novembre 24, 2021
Da Notav
13 visualizzazioni


Giovedì 25 novembre, alle ore 18.30, ci ritroveremo al Presidio No Tav di San Didero per celebrare insieme la giornata contro la violenza degli uomini sulle donne.
Anche quest’anno la ‘’ricorrenza’’ si mescola alla tragica realtà dei femminicidi sempre più numerosi e violenti. Come stupirsi?

Viviamo in un sistema dove lo sfruttamento delle risorse umane e naturali è la legge. Dove è normale sovradeterminare con la forza chiunque si ribella e/o si organizza per non subire. Questo sistema produce uomini deboli ma violenti, inetti ma attivi, uomini che all’interno della famiglia esercitano quei ruoli di comando di cui, al contempo, sono schiavi.

Così tante donne muoiono, le/i figli soffrono e assorbono modelli violenti e dannosi (quando non vengono uccisi come ritorsione nei confronti della madre), mentre i processi di liberazione delle donne retrocedono.
Qui in Valsusa come donne ci sentiamo chiamate in causa nella denuncia popolare dei comportamenti molesti e ci attiviamo affinché nei nostri ambiti condivisi ci sia rispetto nel
crescere insieme senza piramidi e patriarchi.

La violenza sulle donne ci riporta alla violenza che la terra della nostra valle subisce ogni giorno.
Arroganza, autoritarismo, ferocia…così leggiamo le barriere, il filo spinato, gli uomini e le donne armate con cui facciamo i conti stabilmente da decenni.
Non ci fermeranno, il tempo che passa aggiorna e rafforza le nostre ragioni.

Giovedì 25 novembre, alle ore 18.30, ci ritroveremo dunque al Presidio No Tav di San Didero e lo faremo alla moda nostra, quella No Tav, per cui siete tutte caldamente invitate a partecipare, portando qualcosa di gustoso da condividere.

Ci teniamo a mandare fin da subito un abbraccio particolare alle nostre compagne/sorelle ristrette e perseguite dallo Stato perché donne libere e determinate.

Con Dana, Stella, Fabiola, Nicoletta, Maja, Eddi e le altre…sentiamo sempre le vostre voci e i vostri cuori No Tav!!

Fomne contra ‘l Tav




Fonte: Notav.info