Novembre 21, 2020
Da Libertà è Partecip/Azione Diretta
44 visualizzazioni


Quanto si sa degli ultimi giorni del Che, e della
sua morte, sono passati alla storia attraverso il suo celebre diario in
Bolivia.

Le informazioni che ci arrivano,riguardo alle ultime
giornate di Guevara sono sicuramente drammatiche e finiscono il giorno prima
della sua cattura.

È l`8 ottobre 1967 ed oramai da giorni la colonna
dell’Esercito di Liberazione Nazionale Boliviano ,guidata dal Che, è circondata
nella zona montuosa del quebrada del Yuro. Dopo una feroce battaglia con
l’esercito Boliviano, supportato da una squadra di Rangers e dalla CIA, il Che
viene catturato dopo essere stato ferito.

Tenuto prigioniero fino alla mattina dopo viene
ucciso da diversi colpi di pistola dal soldato Mario Teràn, scelto a caso fra
la truppa per fare da giustiziere.

Dopo l’esecuzione, il Che viene fotografato ancora
con gli occhi aperti. Quelle foto della salma del guerrigliero più famoso del
mondo, e divenuto ormai leggenda, fanno subito il giro del globo.

Ad aver comunicato la probabile posizione dei
guerriglieri alle autorità Boliviane e’ stato un contadino, ma a condurre l’operazione
di cattura è l`agente della CIA Félix Rodríguez. Negli anni a venire quest’ultimo
non mancherà mai occasione per vantarsi davanti ai giornalisti del proprio
crimine.

La guerriglia in Bolivia e il tentativo di innescare
un processo rivoluzionario in Bolivia da parte del Che, comunque supportato da
tutto il governo rivoluzionario cubano, non fu un successo fin dal principio.

Infatti,da subito, i nuclei guerriglieri non
trovarono l`appoggio della popolazione contadina, ne il supporto promesso dal
Partito Comunista Boliviano. Solo alcuni dirigenti e membri di esso,
trasgrediranno alle direttive del partito per unirsi alla guerriglia.

La figura di Che Guevara, forse anche a causa della
sua tragica morte, è diventata ed è tuttora una parte importante dell’immaginario
di rivolta e rivoluzione in Sud America ed in tutto il mondo.

I suoi scritti sulla guerra di guerriglia (tra cui
anche il diario boliviano) sono delle pietre miliari per la tattica militare,
ed ancora oggi sono fra i testi più importanti per capire il senso e i
meccanismi della guerriglia come strumento politico.




Fonte: Achatnuarproduction.blogspot.com