Agosto 15, 2021
Da Infoaut
89 visualizzazioni


Il Ministero degli Interni afghano ha confermato che i Talebani stanno penetrando nella capitale da più parti. I talebani sono arrivati  alle porte di Kabul incontrando scarsa resistenza sulla strada.

||||

.itemImageBlock { display: none; }

Sebbene un loro portavoce ha informato che è stato dato l’ordine di non entrare nella capitale afghana, e di consentire un passaggio sicuro a chiunque decida di andarsene, fonti locali riferiscono di sparatorie in corso. Nella notte è stata conquistata, senza combattere, Jalalabad, la penultima grande città del Paese non ancora nelle mani delle milizie islamiche. Inoltre, un video diffuso da Al Arabya mostra decine di combattenti che armi in pugno entrano nel sontuoso palazzo Abdul Rashid Dostum, signore della guerra e acerrimo nemico degli insorti, che avrebbe dovuto difendere la città di Mazar-i-Sharif fuggiti e invece è fuggito. Ieri era iniziata l’evacuazione delle ambasciate: l’Italia ha avviato le procedure di rimpatrio e predisposto un ponte aereo.

Alberto Negri editorialista del Manifesto esperto di geopolitica Ascolta o scarica

Da Radio Onda d’Urto

Potrebbe interessarti

  • Afghanistan, intrusione di un tank Usa per rimuovere le prove dell'ospedale MSF bombardato

    Sempre i portavoce di MSF hanno aggiunto che questa inaspettata intrusione ha danneggiato materiali, distrutto potenziali prove relative alle indagini per

  • Kunduz, bombe NATO su ospedale di Medici Senza Frontiere in Afghanistan

    Il risultato dell’errore, o meglio orrore, della NATO sarebbero 3 morti e 37 feriti.  Il portavoce del ministero della Sanità afghano, Wahidullah Mayar, ha confermato

  • Nassiriya, dieci anni dopo

    Per le guerre d’aggressione, per occupare territori altrui militarmente serviva un esercito di “professionisti”, cioè di mercenari portatori di morte con

  • La Nato fa strage di innocenti

    In Italia, si torna a parlare della guerra in Afghanistan. Incredibilmente perfino nei palazzi romani della politica. Dove le acque si fanno agitate

  • Afghanistan: 200 minori nelle prigioni Usa di Bagram

    Georgette Gagnon, responsabile per i Diritti Umani dell’UNAMA, la Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan ha assicurato che la questione verrà analizzata con attenzione




Fonte: Infoaut.org