Luglio 1, 2022
Da Ricercatori Senza Padroni
243 visualizzazioni

I mass media scrivono che il 30 giugno al vertice Nato di Madrid, il presidente anticomunista americano Joe Biden ha dichiarato che invieranno un battaglione militare per la difesa aerea in Italia per affrontare la vecchia minaccia comunista (piano militare organizzato dalla Nato chiamato Strategia della Tensione, fatto di colpi di stato anticomunisti e di stragi di stato per evitare che la sinistra entrasse nel potere politico e incolpare gli anarchici considerati troppo utopisti e sognatori) della Russia, per ricreare di nuovo la guerra fredda (guerra tra due poteri: Est ed Ovest, Russia – Usa).

Quella merda cattofascista (partigiano bianco traditore) esosa di Biden, annuncia ai mass media che invierà in Italia un battaglione per la difesa aerea a corto raggio, composto da 65 militari. Quindi il Pentagono, dopo che il presidente ha annunciato l’invio di truppe americane in tutta Europa, dichiara: “Il battaglione americano è un’unità subordinata al battaglione stanziato in Germania”.

Tutti tranquilli, non è successo niente! E’ solo quella merda di Biden che vuole cominciare la terza guerra mondiale…

Chissà in  altri tempi cosa sarebbe accaduto… L’annuncio è che arrivano nuovi 70 militari Usa in Italia, perlopiù destinati alla base area di Aviano, in Friuli, uno dei punti strategici dell’Alleanza Nato. Si rafforza quindi un quadrante di rapido impiego a oriente (lo fu anche per la guerra nella ex Jugoslavia), e conferma l’Italia subordinata alla logica militare Nato. 15 anni fa il governo Prodi per un ampliamento edilizio della base di Vicenza (caserma Dal Molin), aumentò l’apparato militare di  13mila militari americani dislocati nelle basi militari Nato in tutta Italia. Secondo il vertice Nato di Madrid, l’invasione della Russia in Ucraina ha innescato il rafforzamento della presenza delle forze militari americane in Europa, Italia compresa, e le riporta a un livello di militarizzazione che non si vedeva da oltre vent’anni (dittatura militare).

Dopo l’invasione Russa dell’Ucraina, gli americani in Europa sono saliti a 100mila. Le forze Nato a disposizione  del comando supremo sono in tutto circa 300mila, per il controllo di: terra, mare, aria, cyber e spazio. Per l’Italia si parla di 8mila uomini, 2mila dislocati in Ungheria e Bulgaria, dove Roma ha assunto un comando.  I militari Usa in Europa costituiscono anche parte della Nato response force e della sua ‘punta di diamante’, ovvero le 5 mila truppe della “high readiness task force“. Proprio questa forza speciale è stata attivata per la prima volta in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. La maggior parte delle truppe Usa sono in Germania, 36mila, e poi a seguire l’Italia, il Regno Unito (9mila) e Spagna (3mila).

base militare Camp Darby, Pisa

Nel 2013, le basi con presenza Usa in Italia erano 59, adesso (secondo alcuni osservatori qualificati), sono salite a circa 120, più altre che si ritiene siano tenute segrete per motivi di sicurezza. Non tutte sono basi Nato, ci sono 4 tipi di strutture diverse: quelle concesse agli Stati Uniti in base a due accordi firmati negli anni ’50, che rimangono sotto comando italiano, mentre gli USA detengono il controllo militare su equipaggiamento e operazioni; le basi Nato propriamente dette (quindi con una propria catena di comando); le basi italiane messe a disposizione della Nato in base agli accordi dell’Alleanza atlantica (Patto Atlantico 1956).

“Gli Usa rafforzeranno la loro presenza militare in Europa, compresa la capacità difensive aeree in Germania e Italia” aggiunge Biden, aprendo il summit Nato a Madrid. E prosegue: “Oggi  la Nato è forte e unita”.

In base agli accordi Nato di Madrid, Finlandia e Svezia entreranno nell’Alleanza Atlantica.

I leader dei Paesi Nato vogliono affermare la loro supremazia, le loro ambizioni imperiali. Insomma sono due poteri che si sono sempre scannati tra di loro per i loro interessi economici e politici; della società, della lotta di classe e della povera gente, non gli e ne è mai fregato niente (tutto si basa sulla apparenza cattolica, la falsità e l’ipocrisia).

Secondo noi Rsp, le forniture di armi occidentali all’Ucraina, possono minacciare la sicurezza anche ben oltre i suoi confini…

Solidarietà a chi lotta contro le basi militari, contro il nucleare, e a tutti gli Anarchici/he arrestati/e.

Né col potere della NATO, né col potere della Russia!

Basta armi, basta guerre!

Anarchia, l’unica via!

La democrazia è menzogna, è oppressione,

è in realtà oligarchia, cioè governo di pochi

a beneficio di una classe privilegiata,

ma possiamo combatterla noi in nome

della libertà e dell’uguaglianza, e non già

coloro che vi han sostituito o vogliono

sostituirvi qualcosa di peggio.

Errico Malatesta

Cultura dal basso contro i poteri forti

Rsp (individualità Anarchiche)




Fonte: Ricercatorisenzapadroni.noblogs.org