284 visualizzazioni

Dopo mesi di picchetti anti-sfratto in via Ortolani l’importante risultato ottenuto “nonostante l’arroganza della proprietà, le minacce di intervento delle forze dell’ordine e della malagestione di Acer”, rivendica Asia-Usb.

06 Agosto 2021 – 11:31

“Finalmente Acer ha assegnato la casa popolare che spettava di diritto alla famiglia sotto sfratto in Via degli Ortolani!”. Ne dà notizia Asia-Usb in un post sui social significativamente intitolato “Solo la lotta paga”.

Prosegue il sindacato: “Tutto ciò è stato possibile solo grazie alla famiglia sotto sfratto e ai tanti solidali che con Asia-Usb hanno rivendicato i propri diritti. Nonostante l’arroganza della proprietà, le minacce di intervento delle forze dell’ordine e della malagestione di Acer, grazie ai picchetti antisfratto e alle iniziative sotto la sede dell’ente gestore, è stato garantito il passaggio da casa a casa, ottenendo la casa popolare di cui erano legittimi assegnatari.  Una vittoria che mostra che soltanto organizzandoci insieme possiamo ottenere i nostri diritti, difendere chi subisce lo sfratto e pretendere un cambio di rotta nelle politiche abitative pubbliche! Questa crisi pandemica e sociale sta peggiorando un’emergenza abitativa che esiste da anni, e che Comune, amministrazioni competenti e Acer non hanno mai voluto mettere nulla in campo, se non lasciando al mercato privato di continuare a speculare sulla pelle degli inquilini. In tantissimi stanno subendo e subiranno tentativi di sfratto! È ora di organizzarsi insieme per far sì che nessuno rimanga senza casa! Costruiamo insieme picchetti resistenti per impedire che la gente finisca per strada, pretendiamo soluzioni pubbliche e degne per tutti!”. Per chi avesse ricevuto lettera di sfratto o fosse in difficoltà con l’affitto, Asia rimanda al proprio sportello ogni mercoledì dalle 15 alle 17 in via Saffi 69 e al numero di telefono 051 0065997.




Fonte: Zic.it