Novembre 30, 2021
Da Il Mago Di Oz - Controinformazione
96 visualizzazioni


Per questa collaborazione, ho ricevuto Altri voli con le nuvole di Nicola Magrin in formato pdf, ma comprerò assolutamente il formato cartaceo. Gli acquerelli dell’autore che accompagnano il racconto sono semplicemente incredibili, lasciano senza fiato.Il vento, il cielo, l’acqua che scorre: si percepisce tutto, tutto si fa presenza. Più che un libro è un’esperienza.

Nicola Magrin – l’autore

Nicola Magrin è nato a Milano nel 1978. Nel 2004 si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano con una tesi su  Miquel Barceló.

Nel 2008 è stato selezionato per un Artist in Residence di tre mesi a New York (U.S.A.) presso l’Harlem Studio Fellowship by MontrasioArte.

Da allora ha costruito una carriera artistica completa e autentica, affiancata da significativi contributi all’illustrazione letteraria. 

Appassionato viaggiatore, Nicola Magrin sa trasferire sulla carta esperienze ed emozioni vissute, filtrate dal suo interessante mondo interiore. Sintesi e ricchezza di segno si coniugano sotto l’abile controllo della tecnica acquerellistica, nella quale ha raggiunto una fama internazionale.

Collabora con le maggiori case editrici italiane: ha realizzato per Einaudi le copertine delle opere di Primo Levi, e, tra gli altri, per i volumi Le otto montagne Senza mai arrivare in cima di Paolo Cognetti (2016 e 2018), Il silenzio di Erling Kagge (2016), Le antiche vie, di Robert Macfarlane (2013). Si devono a lui anche tutte le copertine dei volumi di Tiziano Terzani pubblicati dall’Editore TEA.

L’esperienza editoriale lo ha portato a sviluppare una serie di collaborazioni in cui le sue tavole dialogano con i testi di alcuni grandi narratori italiani. Spiccano tra questi i libri di Folco Terzani, Il cane, il Lupo e Dio (Longanesi 2017); Federico Rampini, L’oceano di mezzo (Laterza 2019); Ester Armanino Una balena va in montagna (Salani 2019) e Marco Stainer  Passi silenziosi nel bosco (Nuages Edizioni 2020). 

Sul suo sito si possono ammirare tutti i suoi lavori: http://www.nicolamagrin.com/.

Altri voli con le nuvole – l’opera

Alaska, India, ma anche le montagne sopra Sondrio, e poi il Canada… Tanti viaggi, panorami diversi, un amore che li unisce tutti: quella per la montagna.

Montagna vuol dire natura, vuol dire stringere un legame con ciò che si ha intorno, guardarlo, capirlo. Ammirarlo. Lasciarsi stupire. È quello che fanno gli acquerelli di queste pagine. Il loro compito è completare il racconto, proponendo al lettore visioni invece di descrizioni.

Di parole ne bastano poche, anzi pochissime, perché d’altronde la montagna è anche silenzio. È la pittura a dominare. Pagine intere o singole illustrazioni, formati diversi ma una stessa identica poesia.

Non è facile dare un’idea della bellezza e della potenza di questo libro. Così come non è facile spiegare un amore così profondo per il mondo solo con le parole.

Conclusioni

Non penso di aver dato cinque stelle ad altri libri, o forse è capitato un’altra volta soltanto. Quindi, se ad Altri voli con le nuvole ho dato il massimo direi che il fatto in sé è significativo. È che ho capito davvero l’autore, la sua passione, li ho ascoltati, li ho visti. E mi è venuta voglia di prendere e andare, salire in alto, guardare il cielo. Il titolo parla di “voli”, e in effetti a volte leggendo mi è sembrato di avere le ali.

Laureata in Lettere moderne
Lettrice forte
Vari corsi di editoria intrapresi
Collaboratrice di riviste indipendenti
Viaggiatrice indefessa




Fonte: Magozine.it