Gennaio 20, 2023
Da Radio Onda D'Urto
33 visualizzazioni
ANALISI CRITICA DEI FATTI ECONOMICI DELLA SETTIMANA CON ANDREA FUMAGALLI

Aumento dei tassi di interesse da parte della Bce, la riforma delle pensioni e le due storiche vertenze Ita e Ilva, sono i temi affrontati nella puntata di oggi (20 gennaio) dal nostro collaboratore Andrea Fumagalli nella sua rubrica di analisi scritica dei fatti economici della settimana.

Christine Lagarde sceglie Davos per spezzare gli indugi e affermare che: “L’inflazione è decisamente troppo alta. Abbiamo alzato i tassi e andremo avanti finché saremo arrivati a un livello sufficientemente restrittivo”. l’obiettivo della Banca Centrale Europea sarà quello di portare i prezzi al 2%. Ci si attende dunque che alla riunione del 2 febbraio ci sarà una stretta di mezzo punto, dal 2,5 al 3%.

È partito ieri al ministero del Lavoro la trattativa con i sindacati e con le associazioni imprenditoriali sulla riforma delle pensioni. L’obiettivo è il superamento della Legge Fornero. La ministra del Lavoro, Marina Calderone ha annunciato lo stop a interventi tampone. La Cgil che con il segretario Maurizio Landini ha parlato di mancanza di risposte sia sui tempi sia sulle risorse e di semplice «disponibilità generica». Intanto ieri almeno un milione di persone hanno partecipato alle manifestazioni di protesta nella giornata di sciopero nazionale in Francia contro al riforma delle pensioni proposta dal presidente Macron che innalza l’età pensionistica a 64 anni.

E’ arrivata sul tavolo del Tesoro l’offerta di Lufthansa per comprare una quota di Ita Airways. La proposta della compagnia tedesca è arrivata qualche ora prima della scadenza. Il gruppo di Colonia non fornisce numeri sull’operazione, ma secondo le indiscrezioni circolate finora, dovrebbe offrire circa 300 milioni attraverso un aumento di capitale riservato per rilevare una quota di minoranza del 40% e poi in una seconda fase arrivare al 100%. Altra vertenza aperta quella dell’Ilva. Ieri l’incontro tra sindacati e governo, al termine del quale è stata espressa grande insoddisfazione da parte di Usb, cgil e Uil.

Andrea Fumagaali, docente di economia politica all’Università di Pavia. Ascolta o scarica




Fonte: Radiondadurto.org