Maggio 19, 2022
Da Anarres-info
210 visualizzazioni

Il nostro nostro viaggio del venerdì su Anarres, il pianeta delle utopie concrete.
Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in streaming

Ascolta e diffondi il podcast:

Anarres del 13 maggio. Nazionalismo e guerra tra nazisti buoni e nazisti cattivi. Oltredora contro il fascismo. Sciopero contro la guerra…

Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti:
In questa puntata:

Barriera ed Aurora contro il fascismo. Un tranquillo venerdì di pioggia e manganellate a Torino

Nazionalismo e guerra tra nazisti “buoni” e nazisti “cattivi”
I paradossi nella narrazione della guerra in Ucraina
tra propaganda patriottica, militarismo e la messa in scena di uno scontro di civiltà tra est e ovest
Proveremo a decostruire la narrazione di una guerra che, nei fatti, si colloca nello snodo cruciale di un conflitto interimperialistico multipolare.
Ne abbiamo parlato con Stefano Capello, che giovedì 19 introdurrà l’incontro alla tettoia dei contadini

Il punto sulla guerra in Ucraina. A quasi tre messi dall’attacco russo è chiaro che quella di Putin non è stata una guerra lampo. La popolazione ucraina sta pagando un prezzo durissimo. Lo scontro sempre più palese con la NATO, che a sua volta usa i territori ucraini come terreno di battaglia, rende sempre più complesso immaginare un reale volontà dei contendenti di arrivare ad un negoziato. Il rischio è duplice. Da un lato si profila uno scenario in cui lo stato di guerra diventerebbe endemico, trasformando l’Ucraina in un cumulo di macerie, dall’altro la possibilità di un’escalation che allarghi il conflitto su più vasta scala, è decisamente concreto.
Biden gioca sino in fondo le sue carte per indebolire Russia ed Europa. La Russia è,
a sua volta incastrata in una guerra che pensava rapida e rischia di rivelarsi il loro Afganistan. Le scosse di assestamento di un nuovo (dis)ordine mondiale potrebbero avere conseguenze devastanti.
Abbiamo fatto il punto con Massimo Varengo

Il 20 maggio il sindacalismo di base ha indetto sciopero generale contro la guerra, un’occasione di allargamento del fronte di opposizione di classe al conflitto.
A Torino lo stesso giorno, nelle sale ovattate della Reggia di Venaria, si incontreranno i 46 ministri degli esteri del Consiglio di Europa. Poco più di una cerimonia formale che sancisce la fine del semestre di presidenza italiano, che, con la guerra acquista un’importanza decisamente maggiore.
Una riflessione sulla interconnessione tra guerra e economia di guerra, la necessità di un approccio radicalmente antimilitarista

Smash the vision. Una street di mostr* contro la città vetrina
La vetrina sporca di Lo Russo
Tra riqualificazioni escludenti, militarizzazione del territorio, grandi eventi e polo bellico lo scenario della città post Fiat, che diventa sempre più povera. I volontar* che lavorano gratis per 12 ore senza neppure poter condividere il pasto degli artisti e subiscono le molestie di chi crede di potere tutto sono lo specchio della città decorosa in cui siamo forzati a vivere. Il tutto all’insegna della pace e della queerness

Appuntamenti:

Giovedì 19 maggio
Nazionalismo e guerra tra nazisti “buoni” e nazisti “cattivi”
Ore 18 alla tettoria dei contadini a Porta Palazzo

I paradossi nella narrazione della guerra in Ucraina
tra propaganda patriottica, militarismo e la messa in scena di uno scontro di civiltà tra est e ovest
Proveremo a decostruire la narrazione di una guerra che, nei fatti, si colloca nello snodo cruciale di un conflitto interimperialistico multipolare.
Faremo il punto sulle lotte contro la guerra, la Cittadella dell’aerospazio e la NATO a Torino e per lanciare lo sciopero generale del 20 maggio
Interventi introduttivi di Stefano Capello e di un’esponente dell’assemblea antimilitarista

Venerdì 20 maggio
sciopero generale contro la guerra!
No all’economia di guerra e alle spese militari! Case, scuole, ospedali, trasporti per tutt*
Contro tutte le patrie, contro tutti gli eserciti, per un mondo senza frontiere
ore 10 presidio alla fabbrica d’armi Collins aerospace di piazza Graf a Torino
ore 18 manifestazione in piazza Castello

Contatti:

Federazione Anarchica Torinese
corso Palermo 46
Riunioni – aperte agli interessati – ogni mercoledì dalle 21
Contatti: fai_torino
@autistici.org – @senzafrontiere.to/

Wild C.A.T. Collettivo Anarco-Femminista Torinese
riunioni aperiodiche @Wild.C.A.T.anarcofem

Iscriviti alla nostra newsletter, mandando un messaggio alla pagina FB oppure una mail

scrivi a: [email protected]




Fonte: Anarresinfo.org