Novembre 27, 2020
Da Anarres-info
192 visualizzazioni

Il nostro viaggio del venerdì su Anarres, il pianeta delle utopie concrete.
Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in
streaming

Ascolta e diffondi il podcast:

https://radioblackout.org/podcast/anarres-del-20-novembre-e-commerce-e-pandemia-lo-spot-di-natale-di-amazon-le-nostre-vite-non-si-delegano-braccianti-in-trappola/

Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti:

La crisi pandemica accelera processi già in atto da tempo, moltiplicando le tensioni sociali. Il declino della piccola borghesia dei commerci e dell’artigianato, la proletarizzazione di insegnanti e colletti bianchi, la precarietà come normale orizzonte di vita sono alcuni degli ingredienti di un cocktail che potrebbe diventare esplosivo.
La gestione governativa della pandemia, criminale sul piano sanitario, ha messo il turbo alle trasformazioni in atto. Agli enormi guadagni delle aziende dell’e-commerce fanno da contraltare i fallimenti di tanti negozi di prossimità.
Ne
abbiamo parlato con Francesco Fricche

La politica delle emozioni di Amazon – lo spot di Natale del colosso dell’e-commerce

Se alla crisi pandemica si aggiungono le conseguenze catastrofiche del cambiamento climatico e della crisi ecologica tanti nodi vengono al pettine.
Sabato in varie città ci saranno iniziative promosse dai promotori dell’appello per una società della cura. Un tentativo della sinistra moderata di riproporre un patto tra stato e classi subalterne che non ha la né la forza sociale per imporsi, né la capacità di ri-costruire un immaginario sociale forte.
Delegare allo Stato l’educazione, la salute, i trasporti, la gestione dei conflitti, la scelta sul “bene comune” ha portato su una china scivolosa, che la crisi pandemica non ha fatto che accelerare.
Le vite dei poveri sono vuoti a perdere, vite senza valore, sacrificabili.
Vite che non valgono fuori dalla gabbia del produci, consuma, crepa.
Ce ne ha parlato Salvo Vaccaro, docente di filosofia politica all’università di Palermo

Carte e frutta. Gli africani incastrati in Italia

Prossimi appuntamenti:

Venerdì 20 novembre ore 16,30 saremo in piazza Castello per il Tdor, – Trans day of remembrance

Mercoledì 25 novembre
Senza dio, senza stato, senza famiglia. Liber*
Presidio informativo contro la violenza patriarcale
ore 10,30 Porta Palazzo – zona
orologio
Le donne sfidano il patriarcato. In ogni dove.
Negare questa sfida, considerare la lotta delle donne contro il patriarcato un retaggio residuale di un passato che non torna, è una falsificazione, che nasconde la caratteristica reattiva di tanta parte della violenza maschile sulle donne. A tutte le latitudini.

Sabato 28 novembre – punto info su pandemia e crisi sociale
Dalle 10,30 al mercato di piazza Foroni

Contatti:

Federazione Anarchica Torinese
corso Palermo 46 –
riunioni ogni martedì alle 21 – durante il lockdown gli orari e i giorni variano: scrivici per info

Contatti: fai_torino
@autistici.org – @senzafrontiere.to/

Wild C.A.T. Collettivo Anarco-Femminista Torinese
corso Palermo 46 –
@Wild.C.A.T.anarcofem

Iscriviti alla nostra newsletter, mandando un messaggio alla pagina FB oppure una mail

Scrivi a: [email protected]

www.anarresinfo.org




Fonte: Anarresinfo.org