Dicembre 2, 2022
Da Anarres-info
169 visualizzazioni

Il nostro nostro viaggio del venerdì su Anarres, il pianeta delle utopie concrete.
Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in
streaming.

Ascolta e diffondi il podcast:

Anarres del 25 novembre. Sciopero. Contro il 41 bis. Femminismo libertario e violenza di genere. Attacco al Rojava…

Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti:

Sciopero generale contro la guerra e chi la arma
Il 2 dicembre il sindacalismo di base ha indetto sciopero generale. Uno sciopero che cade a due mesi dall’insediamento del nuovo governo, in un contesto di crescente crisi sociale, in un quadro di sostanziale debolezza dei movimenti di opposizione.
Uno sciopero contro la guerra e l’economia di guerra. Uno sciopero che pone al centro la questione del salario, della casa, della precarietà, della sicurezza sui posti di lavoro, della tutela dell’ambiente.
Lo slogan di riferimento è “giù le armi, su i salari!”.
Uno sciopero unitario che tuttavia ha visto il sindacalismo di base dividersi sulle modalità di piazza, e in un complesso rapporto con le alleanze di piazza che hanno segnato gli ultimi mesi.
Ne
abbiamo discusso con Stefano Capello della Cub

Contro il 41 bis. Contro la repressione antianarchica. Per una società senza galere.

Il folle, la bestia, l’umano. Femminismo libertario e violenza di genere
Le lotte delle donne hanno cancellato tante servitù. Ma ne paghiamo, ogni giorno, il prezzo. La violenza reattiva è solo un lato della medaglia, l’altro è più subdolo e complesso.
Il prezzo dell’emancipazione femminile è stato anche l’adeguamento all’universale, che resta saldamente maschile ed eterosessuale. Lo scarto, la differenza femminile, in tutta l’ambiguità di un percorso identitario segnato da una schiavitù anche volontaria, finisce frantumata, dispersa, illeggibile, se non nel ri-adeguamento ad un ruolo di cura, sostitutivo dei servizi negati e cancellati negli anni.
Serve uno sguardo maggiormente critico che colga le aporie insite nella dimensione rivendicativa di servizi per i bambini, gli anziani, i disabili. Questi servizi, comunque affidati prevalentemente a lavoratrici, portano all’istituzionalizzazione forzata di chi ha bisogno di essere aiutato a vivere.
Una riflessione seria sulla crescita di ambiti pubblici non statalizzati, né mercificati potrebbe aprire percorsi di sperimentazione che sciolgano le donne dal lavoro di cura, liberando dalle gabbie istituzionali bambini, anziani, disabili. Smontare il concetto di famiglia, per dar spazio ad una dimensione sociale più ampia, includente, libera, è un passaggio che sarebbe facile dare per scontato. La famiglia eterosessuale con figli è tornata ad essere al centro della società, senza essersene mai allontanata realmente. Smontarla è un percorso politico cruciale.

Attacco al Rojava
Dopo l’attentato di Instanbul, che il governo turco ha attribuito al PKK, nonostante le secche smentite del Partito dei lavoratori del Kurdistan, Erdogan ha scatenato un duro attacco a Kobane, città simbolo della guerra all’Isis, bombardando la città e l’intera regione. Quest’attacco si somma a quelli in corso da mesi nei confronti delle aree del confederalismo democratico in Iraq e alle basi del PKK sulle montagne irachene.
Ce ne ha parlato con Massimo Varengo dell’Ateneo Libertario di Milano

Appuntamenti:

Venerdì 2 dicembre
sciopero generale lanciato dai sindacati di base
ore 10 corteo da piazza Carlo Felice
Spezzone antimilitarista

Sabato 3 dicembre
ore 15 piazza Castello
manifestazione contro l’attacco turco alle aree del confederalismo democratico in Rojava – Siria del Nord – e nel Bashur – Iraq.

Giovedì 8 dicembre
Marcia popolare No Tav da Bussoleno a San Didero
Appuntamento ore 11 in piazza del mercato

Venerdì 16 dicembre
Cena antinatalizia
ore 20 in corso Palermo 46
Cibo vegano, buon vino, esposizione spettacolare del nostrro pres-empio: porta la tua statuetta che lo costruiamo insieme
Da ciascuno come può, più che può…

Benefit lotte antimilitariste

Contatti:
Federazione Anarchica Torinese
corso Palermo 46
Riunioni – aperte agli interessati – ogni martedì dalle 21
Contatti: fai_torino@autistici.org – @senzafrontiere.to/

Iscriviti alla nostra newsletter, mandando un messaggio alla pagina FB oppure una mail

scrivi a: [email protected]




Fonte: Anarresinfo.org