Novembre 9, 2021
Da Inferno Urbano
82 visualizzazioni


Storia di Dna e ostaggi (… o su un nuovo procedimento penale a mio carico)

Facciamo che abbiamo un dossier che include:

– Un rapporto di perizia di laboratorio del Dipartimento di Analisi del Materiale Biologico del 4-2-2009, su un certo numero di oggetti-prova sequestrati, dopo aver perquisito la mia casa.

– Un rapporto di perizia di laboratorio del Dipartimento di Analisi del Materiale Biologico del 23-10-2012, per una serie di oggetti-prova sequestrati, dopo aver perquisito (di nuovo) la mia casa.

Tutto sembra procedere per il meglio, le analisi di laboratorio sono inconcludenti e gli anni passano. Finché, il 15-5-2021 succede qualcosa (?).

Il Dipartimento di Analisi del Materiale Biologico decide di completare la perizia di laboratorio sugli oggetti sequestrati, e fa un salto temporale impressionante, tornando indietro di 14 anni. Scopre solo in quel momento che il mio dna combacia con quello trovato su un oggetto, (il 3-7-2007), rinvenuto dopo un attacco incendiario contro l’auto di G. Voulgarakis (da poco passato dal Ministero dell’Interno a quello della Cultura).

Stranamente, questa corrispondenza del dna, non era stata mostrata né nella perizia del 2009, né in quella del 2012.

Sono stato convocato il 4 novembre a comparire davanti al giudice istruttore, per rispondere delle accuse di tentato omicidio e di fabbricazione di ordigni esplosivi, accuse che potrebbero portarmi come ostaggio, in carcere, per diversi anni, fino a quando il caso non sarà chiarito dai giudici.

Posso solo, (stoicamente), vedere questo nuovo processo contro di me, come un’altra battaglia in una guerra che combatto da 37 anni (da quando ero uno studente di 15), una guerra in cui mi sono sempre schierato dalla parte degli ultimi, inseguendo il buon vecchio sogno di un mondo senza sfruttamento e oppressione.

E in questa guerra non ho mai dato loro tregua.

Kostas K.

25/10/21

Ps: Il compagno Kostas K. è stato rilasciato, ma è sottoposto a provvedimenti restrittivi: non può lasciare il paese e deve presentarsi con cadenza regolare alla stazione di polizia per apporre la sua firma. La comparizione davanti al giudici per il 4/11 è stata confermata. Seguiranno aggiornamenti

Fonte: actforfree.noblogs.org e athens.indymedia.org

Traduzione: infernourbano




Fonte: Infernourbano.noblogs.org