Dicembre 28, 2022
Da Radio Onda D'Urto
228 visualizzazioni
ATTENTATO A PARIGI: PERCHE’ LE COMUNITA’ CURDE CHIEDONO DI INDAGARE SENZA ESCLUDERE IL RUOLO DELLA TURCHIA

Nuova manifestazione oggi pomeriggio a Parigi, teatro venerdì scorso dell’attentato contro il Centro culturale curdo di rue d’Enghien che ha ucciso tre persone, una compagna e due compagni, impegnati a fondo nel percorso rivoluzionario del Confederalismo democratico. La manifestazione di oggi, chiamata dal Consiglio democratico curdo in Francia, si svolge in place de l’Opèra, vicino al Ministero della giustizia. La richiesta è quella di considerare l’attentato non come un gesto isolato di un fascista, il 69enne francese in prigione, ma come un atto terroristico e politico. Una richiesta oggi sposata anche dal principale sindacato francese, la Cgt, che chiede poi a Macron di togliere il segreto di Stato al triplice omicidio di 10 anni fa, quello di tre compagne curde del Pkk, ammazzate a sangue freddo dai servizi segreti turchi nel cuore di Parigi. Per capire come mai il Consiglio democratico curdo in Francia chiede di indagare anche sul possibile ruolo della Turchia abbiamo ai nostri microfoni Davide Grasso, ricercatore e scrittore profondo conoscitore della realtà curda e del confederalismo democratico. Con Davide Grasso ci aggiorniamo anche sulla situazione degli attacchi contro i curdi nei territori della Siria del Nord Est e dell’Iraq, e sulla resistenza che ha costretto la Turchia a ritirarsi dalle montagne di Zap.

Ascolta o scarica




Fonte: Radiondadurto.org