55 visualizzazioni


Sentenza a carico di persone identificate come occupanti della storico spazio autogestito nella facoltà di Scienze Politiche: pene (sospese) di un anno e quattro mesi e 200 euro di multa.

16 Giugno 2021 – 21:38

Aula C sequestata (foto twitter @Revolweb)Dall’occupazione nel 1989, per oltre un quarto di secolo, era stata un presidio di autogestione in una delle più importanti facoltà dell’ateneo bolognese. Fino a un brutto giorno di maggio del 2015, quando di primissima mattina in un palazzo Hercolani ancora deserto si presentò la Digos, mettendo catene, lucchetti e sigilli su disposizione del Tribunale a quella che tutte e tutti da generazioni chiamavano semplicemente Aula C.

Oggi, passati altri sei anni, per sette studentesse e studenti è arrivata la condanna (con sospensione della pena) a un anno e quattro mesi e a 200 euro di multa per invasione di edifici, attuata “in concorso con altre persone rimate ignote”. Il processo era partito nel 2018 a seguito un decreto di citazione a giudizio, dispositivo che permette ai pubblici ministeri di citare gli imputanti a comparire davanti al giudice saltano l’udienza preliminare. Le motivazioni saranno depositate entro 90 giorni.




Fonte: Zic.it