Novembre 21, 2020
Da Gruppo Anarchico Chimera
53 visualizzazioni


#Mai più come prima

La nuova campagna Coca Cola dal titolo “ Ci saremo come mai prima “ nasce a seguito della vita post- lockdown.
Il brand cerca di “innovarsi “ trovando un modo più friendly per lanciare I propri messaggi . A seguito delle proteste BLM il capitalismo insegna come le varie lotte vengano assorbite per diventare prodotti “vicini alle persone e alle loro esigenze “ come dimostra l’utilizzo della compagnia dell’artista afroamericano George the Poet.

Oltre a un richiamo ad un lavorismo rivoltante (“ Non dirò mai più che il mio lavoro non è importante “, recita uno dei manifesti ) essi richiamano una vicinanza, benevola, amichevole, che pensa agli individui e non ai profitti.

Come nel 1990 con l’uccisione dei sindacalisti scomodi da parte degli squadroni della morte in Colombia, finanziati da Coca Cola.

La stessa azienda che pensa sia meglio mandare sul lastrico 151 lavoratori dello
Stabilimento Sibeg a Catania, trasferendosi a Tirana per eludere i costi di produzione.

La stessa azienda che nelle vostre tavole porta lo sfruttamento avanzato delle terre dell’America Latina.

Ecco perché abbiamo deciso di portare avanti la campagna #maipiùcomeprima, promuovendo un’azione di Subvertising in giro per la città , rivendicando non solo l’utilizzo dello spazio pubblicitario a scopo pubblico , ma anche accusando e schernendo i giochi di potere continui perpetrati da colossi a discapito dei senza voce.

Bevi Coca cola
MUORI PER COCA COLA

ps: vista la visita di questi giorni a Catania del capitone di Milano abbiamo deciso di omaggiarlo con un artwork di quel genio di Ceffon




Fonte: Gruppoanarchicochimera.noblogs.org