Gennaio 17, 2023
Da Radio Onda D'Urto
202 visualizzazioni
BRESCIA: LA MOSTRA NELLE SCUOLE “WHAT WHERE YOU WEARING?”. UNA RISPOSTA AL CRITICATO OPUSCOLO ANTI-STUPRO DEL FRIULI

Arriva anche da Brescia una risposta indiretta e pratica rispetto a quanto accaduto in una scuola del Friuli,  dove un opuscolo distribuito tra gli studenti e studentesse consiglia alle ragazze di evitare “sorrisi e abiti troppo vistosi” per scongiurare una violenza sessuale.

Nelle scuole bresciane invece si sta ribaltando il paradigma e, attraverso la mostra itinerante “What were you wearing?” (come eri vestita?), si critica la “vittimizzazione secondaria” che vorrebbe scaricare sulla donna la responsabilità di una violenza subìta, alludendo ai suoi comportamenti o vestiti indossati. Una mostra di scritti delle vittime esposti insieme alle riproduzioni dei vestiti che  queste donne indossavano quando sono state violentate.

Una iniziativa dal grande impatto emotivo che è stata capace anche di far emergere alcune esperienze traumatiche. Ai nostri microfoni la Prof.ssa Alessandra Balestra, referente di questo progetto al Liceo di Scienze Umane Fabrizio De Andrè di Brescia dove la mostra è appena stata esposta prima che tocchi anche altri istituti secondari della provincia,  racconta come questa sia stata occasione di “confronto e formazione per riflettere sugli stereotipi di genere”  e anche come siano emersi “casi di molestie subìte dalle adolescenti” .

Nel caso di 4 ragazze è stato anche denunciato come in passato siano state vittime di una violenza sessuale. Sono stati quindi attivati subito gli sportelli psicologici e di sostegno presenti dentro la scuola.

Ci parla del progetto la stessa Prof.ssa Alessandra Balestra del LSU Fabrizio De AndrèAscolta o scarica




Fonte: Radiondadurto.org