Gennaio 20, 2023
Da Inferno Urbano
117 visualizzazioni

Cile: Comunicato dai diversi territori di Abya Yala in solidarietà con Alfredo Cospito a quasi 90 giorni dall’inizio dello sciopero della fame contro il regime d’isolamento del 41 bis

Comunicato pubblico da parte di affinità anarchiche, sovversive, antiautoritarie, nichiliste, antispeciste e anarco-femministe in merito alla situazione del compagno Alfredo Cospito, prigioniero nelle carceri fasciste italiane, a quasi 90 giorni dall’inizio del suo sciopero della fame.

Come compagni che sostengono la lotta anarchica contro le prigioni, la società carceraria e il sistema del dominio, esprimiamo il nostro incrollabile sostegno al compagno Alfredo Cospito, sequestrato dallo Stato italiano nel carcere di Bancali, a Sassari, in Sardegna; un centro di sterminio in cui gli è stato applicato il nefasto regime del 41 bis, con l’obiettivo di distruggerlo come soggetto, impedendogli di mantenere qualsiasi tipo di contatto con i suoi compagni dentro e fuori le mura.

Alfredo è in sciopero della fame da quasi 90 giorni per chiedere la fine dell’applicazione di questo maledetto regime, che tortura il nostro compagno con l’isolamento, per indurlo a dare informazioni o a morire, solo in questi due casi il 41 bis cessa di essere applicato.

Come compagni affini ripudiamo la tortura applicata ad Alfredo, e ad altri compagni, sappiamo che ci temono a causa del nostro impegno incondizionato nel porre fine al sistema di dominio, un impegno che non si esaurisce né con la tortura, né con la prigione, né con la morte stessa, e per questo oggi Alfredo rischia la sua vita, con fermezza e senza esitazioni.

Dal territorio occupato dallo Stato colonialista cileno, e dai diversi territori di Abya Yala*, vi diciamo che la lotta del nostro compagno è anche la nostra lotta, e che se gli dovesse succedere qualcosa le conseguenze saranno viste e sentite ovunque.

Nemici, Stati e carcerieri, non dimenticate che i confini sono i vostri, non i nostri, e che le nostre risposte non passeranno inosservate se porterete via un altro di noi.

Come miscredenti, nichilisti e sovversivi, saremo sempre in conflitto, un conflitto storico e continuo, in cui la vita e la morte si incontrano continuamente in una lotta senza fine, fino alla fine di ogni civiltà imposta dal potere e dai rapporti del dominio.

Compagno Alfredo Cospito, sappiamo che queste parole ti saranno negate, tuttavia ti diciamo che siamo con te anche se a distanza, e che la tua lotta, così come quella di tanti altri, è e sarà sempre presente nella nostra azione quotidiana.

Morte alla società carceraria e a tutti gli Stati e le istituzioni che la sostengono.

Chiediamo la fine del 41 bis per Alfredo Cospito e la fine dell’isolamento di tutti i nostri compagni sequestrati nelle prigioni del mondo.

Chiediamo di dimostrare la vostra solidarietà ad Alfredo con tutti i mezzi a vostra disposizione.

Prigionieri anarchici, sovversivi, antiautoritari e nichilisti, antispecisti di tutto il mondo fuori dalle prigioni!

Fine del 41 bis!

Fine dell’isolamento in carcere!

Anarchici, sovversivi e antispecisti prigionieri nelle strade, ora

Carcere La Gonzalina di Rancagua:

Marcelo Villarroel Sepúlveda.
Juan Aliste Vega.
Joaquin García Chancks.
Francisco Solar Domínguez.
Aldo Hernandez.

Carcere femminile di San Miguel:

Mónica Caballero Sepúlveda.
Itamar Diaz.
Bélgica Toro Coleman.

Carcere di Santiago 1:

Nicolas Melendez.
Rodolfo Olivares.
Diego Rivas.
Lucas Hernandez.
Abraham Astorga.
Javier Reyes.
Roman Zapata.
Tomás González Quezada.

Rete Solidale Anticarceraria con Juan e Marcelo:

Banda D-Linkir.
Gruppo Cinematografico Anticarcerario Libertario.
Rivista Tiempo de Luchar.
Rete di traduzione e controinformazione Contra Info.espiv.net.
Buscando la Kalle.
SpazioFénix.
Bollettino La Bomba.
Coordinamento 18 Ottobre.
Casa Editrice Memoria Negra.
Publicacion Refractario.
Rivista anarchica internazionale Kalinov Most.
Periodico Tinta de Fuga.
Programma Recupera Tu Vida.
Radio 31 de Enero.
MapuAwka Contrainformación.
Medio Libre La Zarzamora.
Furia Anarcofemminista. Lima.
Puntada con Hilo, comunicazione lesbofemminista autonoma.
Resistencia Dignidad.
Jornadas Antifascistas.
Assemblea Anarchica del Bio Bio.

Rete internazionale per la libertà dei prigionieri politici nel mondo e per la giustizia per i nostri martiri:

Taller Muerdago.
Viejo Ted.
Dagaz Bs. As. Argentina.
Desborde Ediciones.
Mundano Metralla.
Festival del cinema anarchico Buenos Aires.
Spazio Casa La Gomera Buenos Aires. Argentina.
Loreone del Krimen.
Programma Kontrababylon.
Negras Tormentas.
Radio 8 Ottobre. Costa Rica.
Laboratorio Popolare de Medios Libres.

13 Gennaio 2023
Dai diversi territori di Abya Yala

*Il nome Abya Yala, (letteralmente: “terra in piena maturità” oppure “terra di sangue vitale”, “terra in fiore”) riferito al continente, viene utilizzato da alcuni anni dai movimenti sociali di Messico, Perú, Bolivia e Ecuador.

Fonte: publicacionrefractario.wordpress.com

Traduzione: Inferno Urbano




Fonte: Infernourbano.altervista.org