Settembre 22, 2021
Da Bure Bure Bure
43 visualizzazioni


Pubblicato il 21 settembre su noussommestousdesmalfaiteurs [in francese].

Comunicato degli oppositori antinucleari di Cigéo e dei/delle loro avvocat* (seguito dai dettagli delle condanne)

Tre anni di indagini hanno permesso al pubblico ministero e al giudice istruttore del tribunale di Bar-le-Duc di utilizzare i mezzi legali dell’associazione sovversiva e delle criminalità organizzata per reprimere il movimento di opposizione antinucleare a Cigéo, il centro di interramento delle scorie radioattive previsto vicino al paesino di Bure, nella Meuse, Francia.

Oggi, il tribunale penale di Bar-le-Duc ha assolto gli/le imputat* per associazione sovversiva e criminalità organizzata, reati che hanno fornito il pretesto per ascoltarl*, perquisirl*, monitorarl*, controllarl* e allontanarl* dalla Meuse e dalla Haute-Marne.

Alcun* degli/delle imputat* sono /in fine/ condannat* soprattutto per reati politici: l’organizzazione di una manifestazione non dichiarata alla prefettura il 15 agosto 2017 e la partecipazione a un’assemblea dopo la convocazione di dispersione. Questi reati sono punibili rispettivamente con un anno e sei mesi di prigione. La legge proibisce ai procuratori e ai giudici istruttori di indagare su questi reati per mezzo di intercettazioni telefoniche. Tuttavia, questo è ciò che è successo sotto la maschera di un’associazione sovversiva che esisteva solo nella mente del pubblico ministero e del magistrato inquirente.

Contatti con la stampa:

Etienne Ambroselli: 06 09 30 80 67

Alice Becker: 06 23 76 19 82

Matteo Bonaglia: 06 16 60 70 16

Alexandre Faro: 06 12 24 44 48

Norma Jullien Cravotta : 07 81 82 49 86

Raphaël Kempf : 06 28 06 37 93

Florian Régley : 06 83 46 74 55

Muriel Ruef : 06 84 16 63 02

CONVINZIONI

– Due persone liberate dalle accuse di associazione sovversiva e complicità nel possesso di esplosivi hanno ricevuto una pena sospesa di 9 mesi per aver organizzato una manifestazione non dichiarata e aver partecipato a un gruppo dopo la convocazione.
– Una persona assolta dalle accuse di associazione sovversiva e complicità nel possesso di esplosivi è condannata a 9 mesi di reclusione* per aver organizzato una manifestazione non dichiarata e aver partecipato a un gruppo dopo la convocazione.
– Una persona è condannata a 6 mesi di sospensione per la partecipazione a un gruppo dopo la convocazione
– Una persona è condannata a 9 mesi di pena sospesa per il trasporto di esplosivi
– Una persona è stata condannata a 12 mesi di reclusione* e al divieto di portare armi per cinque anni per possesso di esplosivi
– Inoltre, il tribunale ha deciso di confiscare tutti gli oggetti sequestrati durante le varie perquisizioni (carte, telefoni, computer, stampante, ecc.)

* Nessuno è attualmente detenut* e sotto un ordine di carcerazione, la decisione rimane soggetta a un appello che sospenderà la pena o, in mancanza, un adeguamento della pena per decisione del giudice responsabile dell’applicazione delle pene

22/09/2021




Fonte: Bureburebure.info