Gennaio 2, 2022
Da Umanita Nova
215 visualizzazioni

COMUNICATO STAMPA

L’Assemblea degli Anarchici Imolesi e l’Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana esprimono solidarietà ad Anpi e Camera del Lavoro di Imola per il grave atto vandalico subito la notte del 30 dicembre.

Non a caso i fascisti attaccano princìpi antifascisti e l’associazione sindacale per la tutela dei lavoratori. Azioni come queste non possono essere tollerate. Non può più essere concessa agibilità politica ai nostalgici di un regime totalitario, né si può ancora fare l’errore di credere che anche i fascisti debbano avere libertà di propagandare le loro idee di oppressione.

Il comune, che aderisce già all’Anagrafe nazionale antifascista, si impegni da subito a promuovere o favorire iniziative di carattere antifascista. A quella tendenza sociale e digitale dell’informazione approssimativa, delle relazioni approssimative bisogna opporre occasioni di informazione e dibattito e luoghi di cultura e socialità.

Il comune favorisca le assemblee cittadine per la partecipazione ai processi decisionali della comunità locale, come ha già fatto Bologna, per prima in Italia.

A chi vuole imporre una società liberticida, violenta ed oppressiva bisogna rispondere proponendo un modello sociale comunitario e partecipativo.

Come Anarchici continueremo a praticare l’antifascismo militante nelle strade nelle piazze dal basso come sempre.

ASSEMBLEA DEGLI ANARCHICI IMOLESI

ASFAI – Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana

Imola, 2 gennaio 2022




Fonte: Umanitanova.org