Ottobre 19, 2022
Da Radio Blackout
157 visualizzazioni

Una manifestazione dal titolo evocativo e potente “Convergere per Insorgere”, promossa da varie realtà a partire dal Collettivo di Fabbrica GKN, Fridays For Future, Assemblea No Passante Bologna e la Rete Sovranità Alimentare Emilia-Romagna, attraverserà il 22 Ottobre la città di Bologna.

Una piattaforma che ha come obiettivo quello di far convergere diverse istanze attuali, dalla giustizia climatica al tema del lavoro, dal no alla guerra alla difesa dei diritti fondamentali della persona.

Ma cos’è questa convergenza, che vuole racchiudere alcuni delle esperienze di movimento più attive negli ultimi anni in Italia? E perchè proprio a Bologna?

La sfida della convergenza è quella di costruire un processo il mondo del lavoro, della scuola, del precariato, delle donne e dei migranti e delle comunità Lgbtqiap+ si mettono in comunicazione, individuando terreni condivisi di lotta entro i quali dare forza alle proprie istanze oltre agli schemi dati e agli scenari già tracciati. Tre i temi di possibili conflitti a venire: la guerra in Ucraina e la crisi energetica e l’inflazione che determina, l’attacco diffuso contro la libertà di abortire fino alla violenza patriarcale, il tema di lavoro e el reddito.

Di tutto questo e della giornata di Sabato 22, ne parliamo ai microfoni con un compagno del Collettivo di Fabbrica GKN:


Qui l’appello per la manifestazione

Appello




Fonte: Radioblackout.org