Dicembre 30, 2022
Da Radio Onda D'Urto
296 visualizzazioni
COVID: NUOVA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA SALUTE. LA UE CHIEDE “AZIONI COORDINATE” AI PAESI

Covid.Continuano a diminuire l’incidenza e l’indice di trasmissibilità Rt in Italia. L’incidenza settimanale a livello nazionale è pari a 207 casi ogni 100.000 abitanti contro 233 di settimana scorsa. L’RT invece è a 0.84: era a 0.91. A dirlo il monitoraggio Iss-ministero della Salute. L’occupazione in terapia intensiva è stabile al 3,2%, le aree mediche scendono al 13% rispetto al 13,7%. Nessuna Regione a rischio alto, 5 a rischio medio: sono Basilicata, Emilia Puglia, Sicilia e Umbria.

Intanto nuova circolare del Ministero della Salute che indica uso delle mascherine al chiuso, lavoro domiciliare e riduzione delle aggregazioni di massa, ventilazione degli ambienti chiusi e intensificazione delle quarte dosi di vaccino e di un’ulteriore dose per alcune categorie a rischio: queste le misure da prendere di fronte alla preoccupazione per il boom di contagi registrato in particolare in Cina. “La situazione è imprevedibile”, scrive il ministro attuale, Schillaci, chiedendo alle Regioni di verificare la disponibilità di posti letto.

Per l’agenzia Ue sulle malattie lo screening dei viaggiatori dalla Cina deciso anche dall’Italia “è ingiustificato”, anche se la stessa Ue ha innalzato il livello di attenzione e la capacità di sequenziamento, soprattutto in vista dell’8 gennaio, quando Pechino abolirà tutte le restrizioni ai viaggi da e per la Cina. “La scienza sia la base per risposte coordinate”, dice la Ue ai 27 Paesi.

Il servizio con Carlo Lavecchia, professore ordinario di Statistica Medica ed Epidemiologia all’Università degli Studi di Milano. Ascolta o scarica




Fonte: Radiondadurto.org