Maggio 28, 2021
Da Non Una Di Meno Firenze
95 visualizzazioni


Come Non Una di Meno denunciamo pubblicamente la sesta edizione del Festival di Letteratura sociale che si tiene presso LaPolveriera SpazioComune di Firenze.

Come movimento transfemminista, come donne, soggettività lgbtqi+ e precarie riteniamo inaccettabile che proprio La Polveriera ospiti una quattro giorni di dibattiti, concerti, performances a tema, tra gli altri, femminista e di genere, quando proprio questo spazio si è di fatto rifiutato di gestire un pesantissimo episodio di violenza machista avvenuto per mano di un così detto “compagno” della sua assemblea.
Denunciamo Il Festival di Letteratura Sociale perché riteniamo che la violenza degli uomini contro le donne e di genere sia un fatto politico e collettivo, che non possa essere nascosto sotto al tappeto, o peggio silenziato e minimizzato.
Denunciamo questo Festival perché pensiamo che gli spazi più sicuri si costruiscono anche iniziando a rompere certe dinamiche personaliste e da comunità terribile che spesso seguono agli episodi di violenza e di sessismo negli spazi e nei movimenti, dinamiche che sempre più spesso tutelano e giustificano l’uomo violento e non la donna che la violenza l’ha subita.
Denunciamo questo Festival e invitiamo tutt* a farlo per costruire uno spazio di sorellanza e di forza, in cui sia finalmente possibile parlare e nominare le violenze subite, senza giudizio e senza ricatto, non più sotto voce ma finalmente alla luce del sole.

Denunciamo questo Festival perché gli slogan “Sorella io ti credo” e “Sorella non sei sola” prendano vita e energia.




Fonte: Nudmfirenze.noblogs.org