Marzo 9, 2022
Da Inferno Urbano
200 visualizzazioni

Riceviamo e diffondiamo:

Una nuova pubblicazione è stata recentemente data alle stampe. Si tratta di un bollettino di critica radicale alle scuole e alle pedagogie: ScalmAnat*. Con questa prima uscita ci proponomiamo di portare alcune critiche, riflessioni e considerazioni rispetto all’universo scuola,  alle pedagogie (anche quelle che vogliono presentarsi come ”alternative”) e al vasto mondo dell’educazione. Questi dispositivi di controllo e disciplinamento dei corpi e delle menti fanno parte della Megamacchina dello Stato e del capitale allo stesso modo delle fabbriche, degli ospedali, delle carceri, dei CPR, delle REMS; motivo per cui noi, e non siamo certi i primi a desiderlarlo, ambiamo alla loro completa distruzione. Pensiamo che la scuola sia o possa diventare un terreno di scontro, di conflittualità per tutte coloro che la subiscono e sono oppresse dalla sua morsa. Perciò abbiamo ritenuto necessario dar vita ad uno strumento in più che nel suo piccolo si proponga di soffiare sul fuoco, di agitare spiriti più o meno giovani, di stimolare pensieri sovversivi e pratiche di rivolta nei confronti di questa specifica istituzione totale e della società che la produce. Dal momento che questo progetto è appena nato e desidera svilupparsi in più direzioni per quanto riguarda la critica all’universo dell’educazione propria di questa misera realtà, di questo mondo dominato dalla merce e dall’assoggettamento del vivente, non vogliamo anticipare altro.

Indice del Numero Zero (Marzo 2022)

Perché un giornale di critica radicale alle scuole?

Pensieri pericolosi

Morte alla scuola, morte a questa società

Certificazioni e BES: il binomio stigma-sostegno scolastico

Riapertura delle scuole per che fare?

Lettera di un amico sulla Didattica a distanza

All’ombra dell’alba

Per richiedere copie cartacee scrivere a: [email protected] Costo copia singola: 2,50 di vile denaro; dalle 5 copie: 1,50.




Fonte: Infernourbano.noblogs.org