86 visualizzazioni


Condividiamo da Staffetta:

“Unplanned, la vera storia di Abbey Johnsonn”, è un documentario che racconta con pretese scientifiche come la direttrice di una clinica dove si praticano anche aborti, improvvisamente si rende conto di come praticare aborti sarebbe un omicidio a cui i feti stessi oppongono resistenza per cercare di stare in vita. Il film è prodotto dalla Dominus Production e viene pubblicizzato con toni sensazionalistici tipo “il film verità più censurato di sempre”. Lo scopo è dimostrare come l’aborto sia scientificamente un omicidio. Vi preghiamo di non Googlare troppo per non aumentare le visualizzazioni. A Bologna la sua proiezione è prevista per il 15 settembre al cinema parrocchiale Fossolo.

Dal 2013 in Italia si inizia a parlare di unioni civili. In sordina, ecco comparire sulla scena la Teoria del gender e a combatterla ecco scendere in campo “Manif pour tous”, “Pro Vita”, “Giuristi per la Vita”, “Difendiamo i nostri figli”, solo alcuni dei movimenti nati negli ultimi 20 anni. Tra i principali loro obiettivi, arginare la conquista dei diritti per le persone LGBT.

Sono ormai evidenti i danni della campagna reazionaria lanciata dal Vaticano contro il concetto di genere e i movimenti di protesta che l’hanno incarnata in numerosi Paesi europei, dalla Francia all’Italia, dalla Germania alla Polonia, dalla Croazia alla Slovacchia, in un inquietante fronte che riunisce gruppi anti-abortisti, tradizionalisti, membri dei movimenti ecclesiali e gruppi neo-fascisti.

Si fa sempre più necessario rinforzare il contrasto all’ascesa dirompente dei cattofascisti nei piu disparati contesti e nelle loro variegate forme, più o meno evidenti ma sempre pericolose. Ormai sono note le relazioni tra neofascismo, partiti di destra, gruppi cattolici reazionari internazionali e anti-scelta.

Negli ultimi anni la situazione è decisamente peggiorata e i fascisti, da quattro gatti che erano, ce li ritroviamo nei luoghi del potere, nei grossi partiti populisti, nelle scuole, nei teatri, nei cinema, a condurre i telegiornali coi rosari al collo e con enormi risorse di denaro.

Occorre costruire mobilitazioni il più intersezionali possibili, tenendo insieme, costruendo e decostruendo le pratiche Antifasciste.

Di seguito un’interessante bibliografia che ci sentiamo di consigliarvi

– il sito di Massimo Prearo

– L’ipotesi neocattolica (2020) – Massimo Prearo

– La crociata anti-gender dal Vaticano alle manif pour Tours (2017) – Massimo Prearo e Sarà Garbagnoli

– “Aborto le nuove crociate” – video documentrario di Alexandra Jousset e Andrea Rawlins-Gaston





Fonte: Vag61.noblogs.org