Gennaio 29, 2022
Da Il Manifesto
200 visualizzazioni

Classe 1984. Lavora tra Milano e Roma.

La sua pratica si muove al confine tra arte e scienza, per la realizzazione dei suoi lavori collabora con gli scienziati e fisici dei vari centri di ricerca internazionali. L’osservazione degli equilibri del mondo è alla base della ricerca; attraverso l’indagine dei limiti, le connessioni, le resistenze tra l’essere umano e la natura, Di Carlo evidenzia la tensione che si genera tra di essi per poi trasformarli in chiave poetica. La scienza è il suo punto di partenza ma non quello di arrivo. I suoi lavori sono stati esposti nei principali musei e istituzioni nazionali e internazionali come: La Galleria Nazionale, Roma; Mart, Museo d’arte moderna e contemporanea di Rovereto; Teatro dell’Arte, Triennale di Milano; Serlachius Museums; Museo Nazionale della Montagna, Torino; Museum De Domijnen, Sittard, NL; Fondazione Archivio Menna-Binga, Roma; Istituto Svizzero, Roma; Museo di Castel Sant’Elmo, Napoli; Bureau des Arts et Territoires, Montpellier, Francia; MAXXI Museo, Roma.

Sopra questo livello ci sarà solo spazio libero , La Galleria Nazionale, Roma, 2021

//ARTE

L’arte mi serve ad aprire finestre sull’universo. L’universo ci serve a restare connessi e riproporzionare tutto.
Scopri di più

//LAVORO

 â€œHo provato, ho fallito. Non importa, riproverò. Fallirò ancora. Fallirò meglio.”
Scopri di più

//TEMPO

“Conosco le leggi del mondo e te ne farò dono. Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare
Scopri di più

Lo studio dell’artista presso la Residenza Saint Ange, Francia, 2020

Scopri di più su Federica Di Carlo qui: federicadicarlo.com

Torna sulla pagina di Alt per scoprire le artiste e gli artisti del 2021!

Iscriviti e ricevi una volta al mese le nostre interviste visive.

E scopri il mondo segreto di ogni artista. 

Clicca qui




Fonte: Ilmanifesto.it