Settembre 13, 2021
Da Infoaut
102 visualizzazioni


Le riprese video dei guerriglieri mostrano l’utilizzo di gas chimico da parte dell’esercito turco contro i tunnel nell’area di Werxelê della regione di Avaşîn nelle zone di difesa di Medya nel Kurdistan meridionale (nord dell’Iraq) controllate dalla guerriglia.

||||

.itemImageBlock { display: none; }

Oltre a combattere l’esercito turco i guerriglieri stanno facendo la storia filmando ogni giorno la resistenza con le loro macchine fotografiche e scrivendo diari.

L’esercito turco utilizza armi chimiche e gas velenosi dall’8 giugno, quando ha lanciato un’operazione militare nell’area di Werxelê. I guerriglieri nella regione di Avaşîn registrano momenti in cui le truppe turche usano armi chimiche contro i guerriglieri che resistono nei tunnel di Werxelê.

Il fumo di gas velenosi che esce dai tunnel è chiaramente visibile nelle registrazioni video.

L’esercito turco, che ha subito duri colpi nei primi giorni di attacco ai tunnel di Werxelê, da quasi due mesi non riesce ad avvicinarsi alle posizioni dove sono posizionate le forze della guerriglia.

Esplosivi e gas chimici inviati nelle gallerie con le funi sono solo alcuni esempi dei crimini di guerra dell’esercito turco in questa zona. Durante questo periodo di due mesi, gas chimici sono stati usati circa 100 volte contro i tunnel di Werxelê e sono state osservate centinaia di esplosioni . Nonostante tutto ciò le forze turche non sono riuscite a spezzare la resistenza della guerriglia.

Potrebbe interessarti




Fonte: Infoaut.org