Dicembre 29, 2022
Da Radio Onda D'Urto
260 visualizzazioni
FLAT TAX: UN DIPENDENTE PAGA 6.500 EURO DI TASSE IN PIU’ RISPETTO A UN AUTONOMO. “UNA LOTTA DI CLASSE DALL’ALTO”

Il Senato ha votato la fiducia alla legge di bilancio che diventa cos’ legge. L’Aula si è espressa con 107 sì, 69 no e 1 astensione.

La manovra economica approvata oggi, giovedì 29 dicembre, si basa su un impegno di spesa da 35 miliardi di euro in totale, 21 dei quali concentrati sul fronte energia. Il resto viene diviso tra operazioni di facciata che cambiano nulla, come sul fronte pensioni e bonus vari, a cui vanno poche centinaia di milioni di euro, mentre un solo miliardo di euro è previsto i rinnovi dei dipendenti pubblici (in gran parte fermi da anni).

C’è poi la sostanziale cancellazione delle risorse per il reddito di cittadinanza: soldi che andranno invece a finanziare la flat tax, pedaggio governativo a quei ceti sociali – autonomi e piccoli imprenditori – che rappresentano il cuore elettorale della destra. Numeri alla mano, arriva un’altra stangata per dipendenti –e pensionati: secondo l’Università Cattolica, a parità di mansione un dipendente pagherà 6.500 euro di tasse in più di un lavoratore autonomo.

Simone Fana, autore del libro “Tempo rubato”, co-autore di “Basta salari da fame”, ha parlato ai nostri microfoni di una “lotta di classe dall’alto”. Ascolta o Scarica.




Fonte: Radiondadurto.org