Novembre 30, 2021
Da Il Manifesto
26 visualizzazioni


Lo Sperone, quartiere difficile di Palermo, è da lì che arriva il rapper Kilo KG. Insieme a lui vediamo nel documentario di Gab Morrison – lo YouTuber giramondo francese che intervista i rapper nel loro «habitat» – i suoi amici colleghi che vogliono creare per cambiare il corso del loro destino, fra freestyle, slang e racconti. Il punto lo dice forte e chiaro Kilo KG nell’intervista: la musica è la nostra salvezza. Già dalle premesse non possiamo che interessarci al lavoro di questo trentenne che parte e resta nella periferia, la racconta, la valorizza, la difende e la critica. Il nuovo Ep ha un titolo emblematico per un autore che si guadagna da vivere con il delivery, Facile mai, 5 tracce, con featuring di Louis Dee e l’apporto di 4 produttori musicali come Big Joe (autore di due basi). Si apre con la title track, flow e basi old style, poi entra l’autotune ma sempre dosato, in brani come Capo dei capi (il brano inizia con «Sono cresciuto tra carabinieri con il mito del capo dei capi») o Figlio del boss. Nessuna adesione ai valori criminali ma un distacco maturo, ragionamento e tanta franchezza.




Fonte: Ilmanifesto.it