Gennaio 23, 2023
Da Inferno Urbano
162 visualizzazioni

Genova 23 Gennaio – Nat, Beppe e Robert sono stati assolti anche in appello per non avere commesso il fatto. I tre compagni furono arrestati dai carabinieri del Ros nel 2019 nell’ambito dell’Operazione Prometeo, in quanto ritenuti gli autori dei pacchi bomba inviati nel 2016 a due magistrati torinesi e al direttore del Dap di Roma.

L’accusa per Giuseppe Bruna, Robert Firozpoor e Natascia Savio era di attentato.

Secondo l’accusa i tre compagni avrebbero spedito i pacchi esplosivi, intercettati prima che venissero recapitati, ai pm torinesi Roberto Maria Sparagna e Antonio Rinaudo, impegnati in indagini sugli anarchici, e a Santi Consolo, all’epoca direttore del Dap di Roma. Secondo gli investigatori i compagni si erano incontrati a Genova e avevano progettato e assemblato i pacchi bomba. Ad incastrarli sarebbe stata una delle buste su cui era rimasta una targhetta del prezzo di un negozio di articoli cinesi del capoluogo ligure.

Questa mattina fuori dal tribunale una ventina di compagni ha organizzato un presidio in solidarietà con Nat, Beppe e Robert e con Alfredo Cospito. Sono stati poi appesi alcuni striscioni in piazza San Lorenzo.




Fonte: Infernourbano.altervista.org