Luglio 12, 2021
Da Le Maquis
124 visualizzazioni


Circolo Anarchico Camillo Berneri, Bologna, 13 marzo 2011, pag 48

Il convegno di studi su antifascismo e anarchia, organizzato dal Circolo Berneri e dal Nodo sociale antifascista, è stata una ricca e interessante giornata di analisi e di dibattito, in cui si intendeva dare conto di varie ricerche sul movimento anarchico e il suo apporto all’antifascismo, coprendo un arco cronologico che dal 1921 ci ha portato fino all’oggi. L’approfondimento e la comprensione di alcune dinamiche storiche del passato – scrivevamo nel testo di indizione – saranno così una possibilità di auto-formarsi, al di là di e al di fuori di una istituzione, quella universitaria, sempre più a pezzi e asservita alle logiche di potere e di mercato. Studenti e studentesse, operai e operaie, precari e precarie socializzeranno i risultati delle proprie ricerche con l’intento di offrire nuovi elementi di interpretazione del passato e chiavi di lettura di un presente se non totalitario sicuramente oppressivo. La scelta, quindi, è stata quella di costruire un momento di autoformazione che uscisse dagli steccati delle “istituzioni del sapere” in una fase in cui per di più assistiamo ad un processo di espulsione di massa, a carattere nettamente di classe, di migliaia di giovani dal cosiddetto mondo universitario e alla crescente precarizzazione, impoverimento e normalizzazione dello stesso insegnamento pubblico: prendendo atto di ciò ci muoviamo nella direzione di moltiplicare gli spazi di sapere, di saperi altri che possano fornire ai militanti ed ai simpatizzanti un bagaglio di conoscenze da poter spendere nelle lotte di tutti i giorni e al quale tutti possano accedere in maniera effettivamente democratica e dal basso

Link download:

https://mega.nz/file/ukUBUIrS#5FvdsBpDxXdSY5k3xr8-M-HafSi4PTMot17vOyKfBvc




Fonte: Lemaquis.noblogs.org