Marzo 24, 2021
Da Anarkismo
191 visualizzazioni

La rete Anarkismo trasmette il comunicato del gruppo di Lione dell’Union Communiste Libertaire (UCL), organizzazione attiva in Francia e in Belgio e che è membro della rete. Esprimiamo la nostra solidarietà ai nostri compagni e alle nostre compagne di Lione e trasmettiamo il loro comunicato e la loro richiesta di solidarietà finanziaria.

featured image

La nostra libreria, La Plume Noire, situata all’8 di rue Diderot, è stata ancora una volta l’obiettivo di un attacco da parte di una cinquantina di fascisti mascherati e armati. L’attacco è avvenuto alle 14 del 20 marzo, all’apertura della sede della nostra libreria e di quella dell’associazione PESE per la raccolta di beni di prima necessità. Meno di 10 persone erano dentro al momento dell’attacco. L’attacco è stato vile e violento, come è il modo di fare dell’estrema destra di Lione. Fortunatamente ci sono stati solo danni materiali e speriamo che i presenti si riprendano rapidamente da questo attacco.
Non ci sono dubbi sull’origine dell’attacco: è l’estrema destra di Lione, in particolare l’estrema destra identitaria, alleata degli hooligans nazisti da stadio. I canti che si possono trovare in certi video e il saluto nazista non lasciano spazio a dubbi. Questa aggressione è necessariamente legata allo scioglimento di Génération Identitaire e alla nostra richiesta, insieme ad altre organizzazioni, della chiusura dei loro locali nella Traboule e della loro palestra, l’Agogée.
D’altra parte, siamo ancora una volta stupiti (in realtà non tanto) della facilità con cui 50 fascisti incappucciati e armati hanno potuto attraversare diversi quartieri della città, attaccare un locale alle 14 di sabato e andarsene senza essere disturbati dalle autorità. Abbiamo persino saputo dalla polizia che il gruppo di 50 persone era stato seguito dalle telecamere di sorveglianza ma non arrestato perché non c’era abbastanza gente!
Come nel 2016 e nel dicembre 2020 (assalto dei volontari del PESE davanti alla Plume Noire), è stata presentata una denuncia. Non ci aspettiamo nulla da essa, ma era necessario riaprire il prima possibile.
Noi siamo ancora in piedi, non rinunceremo alle nostre lotte, continueremo a diffondere i nostri ideali, soprattutto attraverso la nostra libreria La Plume Noire. Continueremo a chiedere la chiusura dei locali fascisti, soprattutto quelli degli “identitari”. Vi terremo informati sulla nostra risposta politica a questo attacco.
A presto nelle lotte! No Pasaran!

Ucl Lyon, 20/03/2021

L’appello alla solidarietà finanziaria : https://www.paypal.com/donate/?cmd=_s-xclick&hosted_button_id=53ZEFL6TM45T2




Fonte: Anarkismo.net