Gennaio 29, 2021
Da Anarres-info
69 visualizzazioni


Sabato 6 febbraio
ore 15,30 in piazza Castello (se piove si fa il sabato successivo)
Interventi, tra gli altri, di Alessio Lega e Guido Baldoni
su Fabrizio De Andrè e il canzoniere antimilitarista

Il governo aumenta la spesa di guerra, finanzia la diplomazia in armi dell’Eni in Africa, accelera sul Tav e le altre grandi opere.

La sanità è al collasso: ogni giorno muoiono centinaia di persone, ma 26,3 miliardi sono stati bruciati in spese militari.

Per il governo chi è povero, malato, anziano non merita di vivere. La sua vita è un costo insostenibile per chi punta a rinforzare l’apparato bellico che sostiene l’imperialismo tricolore e gli interessi di multinazionali come ENI e Leonardo.
Ascolta lo spot:



Il governo si è preso pieni poteri, ha reso permanente lo stato di emergenza
, per reprimere ogni insorgenza sociale e tenere sotto controllo l’intera popolazione.

Per i tanti che lavora(va)no in nero o con contratti di poche settimane non c’è né cassa integrazione, né “ristori”.

I posti di lavoro, le scuole, i trasporti non sono luoghi sicuri ma la crisi sociale obbliga tanti a scegliere tra la fame e la salute.

Le restrizioni imposte dal governo non basteranno a fermare il virus. Un virus che continuerà a correre finché la logica del profitto e della guerra sarà più importante delle nostre vite.

Fermarli dipende da ciascuno di noi. Salute e giustizia sociale vanno di pari passo.

Gettiamo sabbia negli ingranaggi del militarismo!

Guerra al covid o guerra ai poveri?
Giornata antimilitarista

Federazione Anarchica Torinese
Assemblea antimilitarista – Torino
Laboratorio Anarchico Perlanera – Alessandria
La Miccia – Asti

 




Fonte: Anarresinfo.org