Agosto 14, 2021
Da COMIDAD
65 visualizzazioni


I FURBETTI DELLA SEDIA ELETTRICA

Alcuni mesi fa, il network NPR (National Public Radio) riportava una notizia piuttosto preoccupante. Il South Carolina che per molti anni ha eseguito più condanne a morte di quasi tutti gli altri stati, ha fermato le esecuzioni capitali già da alcuni anni. Il fatto è che era diventato sempre più difficile trovare i componenti del cocktail di farmaci per le iniezioni letali. Il problema tecnico-farmaceutico è diventato davvero serio a causa dell’atteggiamento poco collaborativo dei condannati a morte.
La legge dello stato della South Carolina prevedeva infatti che il condannato a morte potesse scegliere tra iniezione letale e sedia elettrica; ma quando i condannati hanno saputo delle difficoltà a utilizzare le iniezioni letali, tutti hanno cominciato furbescamente a scegliere quella opzione bloccando di fatto le esecuzioni capitali.
Di recente, lo stato del South Carolina ha approvato una legge per aggirare il problema creato dagli irresponsabili condannati a morte: se i farmaci non dovessero essere disponibili, il condannato dovrà scegliere tra la sedia elettrica e il plotone d’esecuzione.

PS: Spiace che dei legislatori così sensibili al corretto funzionamento della macchina della giustizia, non abbiano inserito tra le varie opzioni l’impiccagione o la ghigliottina, di sicuro più eco-sostenibili della sedia elettrica, dell’iniezione letale e persino del classico plotone d’esecuzione.




Fonte: Comidad.org