Novembre 24, 2020
Da Notav
37 visualizzazioni


COSA E’? E’ un percorso nato durante il lockdown, coinvolgendo gruppi, associazioni, reti sociali.

QUALE OBIETTIVO? Non sprecare le lezioni della pandemia, affrontare il collasso climatico e l’ingiustizia sociale ripudiando la gerarchia di valori e poteri che governa il mondo, per costruire la società della cura di sé, degli altri, del pianeta.

COME? Rendendo visibile un progetto di società alternativa e evitando che come al solito i diversi diritti e bisogni vengano messi uno contro l’altro.

Da luglio alcuni attivisti del movimento No Tav hanno seguito la costruzione e l’avvio di questo percorso, portando i contenuti della nostra lotta e relazionando in sede di coordinamento e sulla lista comitati.
In questi mesi c’è stata l’adesione al manifesto anche da parte del Controsservatorio Valsusa.
Il primo appuntamento collettivo è stato il 21 novembre, giornata durante la quale si sono svolti eventi in tutta Italia, vuoi in presenza, rispettando le disposizioni di sicurezza, vuoi on line.
La manifestazione No Tav di San Didero è stata inserita in questo quadro: l’assemblea che si è svolta ha deciso all’unanimità e per acclamazione l’adesione al Manifesto “Per la società della cura” viste le convergenze di intenti con il nostro Movimento.
Subito dopo Gianna De Masi ha partecipato all’assemblea nazionale on line.

Ecco l’intervento.

Per maggiori info:

https://societadellacura.blogspot.com/2020/10/manifesto-uscire-dalla-economia-del.html

Virus: produci, consuma, crepa?




Fonte: Notav.info