Luglio 22, 2021
Da Inferno Urbano
67 visualizzazioni


Riceviamo e pubblichiamo:

Inizio primo grado dell’Operazione Scintilla

Le tre udienze preliminari per l’operazione Scintilla si sono concluse con la conferma da parte della Gup dell’intero pacchetto accusatorio e il rinvio a giudizio di tutti e 18 gli imputati e le imputate per la totalità dei reati contestati. Sono stati ovviamente riconfermati sia l’istigazione a delinquere che l’associazione sovversiva ossia l’art. 270 c.p. Resta invariata, inoltre, la contestazione dei diversi reati-scopo dell’associazione, tra cui il posizionamento di due taniche vicino ad altrettanti bancomat delle Poste Italiane, il danneggiamento a mezzo incendio del Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Torino in collaborazione con alcuni reclusi e la spedizione di un plico incendiario alla Ladisa, azienda che gestiva la mensa della struttura di Corso Brunelleschi.  La prossima udienza del primo grado è fissata il 7 ottobre presso il tribunale di Torino.

Ricordiamo che Carla, dopo quasi un anno e mezzo di latitanza e 8 mesi di carcere, è ancora reclusa agli arresti domiciliari da poco più di una settimana senza restrizioni. Sono cadute invece tutte le altre misure minori relative a questo procedimento. Cogliamo l’occasione di questo aggiornamento inoltre per ricordare il trasferimento nel carcere di Rebibbia di Natascia e per far girare l’indirizzo a cui scriverle. E’ imputata oltre che nell’operazione Prometeo anche per l’associativo dell’operazione Scintilla, il quale la vede accusata a piede libero.

Ne approfittiamo per mandare un caloroso pensiero a chi rimane rinchiuso.
Libertà per tutti e tutte!

Natascia Savio
C.C. femminile Rebibbia
Via Bartolo Longo, 92
00156 Roma




Fonte: Infernourbano.noblogs.org