Marzo 8, 2022
Da Il Manifesto
183 visualizzazioni

Dagli omaggi televisivi ai musical (il terribile «Ballo ballo» di Nacho Álvarez), Raffaella viene celebrata in tutte le salse. Più trascurato il versante discografico e così a colmare la lacuna ci pensa la Sony che ha editato in questi giorni Joy, una ventina di tracce selezionate nel tempo tra sigle, tormentoni e rarità. Curatissimo il packaging: un libretto con scatti inediti dell’artista e testi scritti per l’occasione da Sergio Japino, Vincenzo Mollica e Mauro Balletti, una stampa della copertina autografata da Mauro Balletti (autore dell’artwork), un Megamix in Vinile 12”.




Fonte: Ilmanifesto.it