68 visualizzazioni


Nasce un giornale pensato “per ricostruire e denunciare la disattesa assegnazione dei locali dell’ex banca di via Fioravanti 12 da parte del Comune di Bologna” e “richiamare l’amministrazione al suo dovere di rispondere formalmente dei propri atti formali e politici”.

10 Giugno 2021 – 17:29

Un giornale, “the Banca Rotta”, per ricostruire e denunciare “la disattesa assegnazione dei locali dell’ex banca di via Fioravanti 12 da parte del Comune di Bologna”. Il progetto è promosso da Banca Rotta Srl (Spazio relativamente liberato) e sarà presentato oggi alle 18,30 durante il mercato contadino di CampiAperti di via Fioravanti/Gobetti  (e in diretta su RadioSpore) da parte di una rappresentanza della compagine di Banca Rotta Srl, composta da più di dieci associazioni. L’assegnazione dell’ex banca è venuta meno “dopo che Banca Rotta Srl è risultata ufficialmente vincitrice (Atto esecutivo del 19/04/2019) del relativo avviso pubblico del dicembre 2018, ed è stata avviata una negoziazione sulle modalità di assegnazione con delegati del Comune poi bruscamente interrotta a febbraio 2020 dallo stesso Comune”, viene spiegato in un comunicato. “Questa iniziativa e il progetto-giornale hanno lo scopo di: 1) portare a conoscenza delle/dei cittadine/i la reale pratica politica del Comune, in particolare rispetto alla questione degli spazi di socialità; 2) decostruire la narrazione favolistica sui beni comuni e sulla natura dei rapporti con il mondo dell’associazionismo, dell’autogestione e della partecipazione dal basso in città; 3) richiamare l’amministrazione al suo dovere di rispondere formalmente dei propri atti formali e politici. In questo caso all’assessorato di riferimento, promotore dell’avviso pubblico, guidato da Matteo Lepore”.




Fonte: Zic.it