Dicembre 25, 2020
Da Infoaut
168 visualizzazioni

Città del Messico / La famiglia dell’organizzazione MOVE negli Stati Uniti ha dichiarato che “non le interessa nessuna discolpa da parte di nessun pubblico ufficiale a Filadelfia” per il bombardamento contro di loro del 1985, e ha detto che “se i pubblici ufficiali della città fossero sinceri” metterebbero in libertà il prigioniero politico Mumia Abu Jamal, detenuto da 39 anni.

||||



.itemImageBlock { display: none; }

“Loro non possono restituirci i nostri 11 famigliari, che assassinarono nel 1985, ma possono restituirci il nostro fratello Mumia Abu Jamal, che fu imprigionato 39 anni fa per un crimine che non commise, e tutto il mondo lo sa”, ha dichiarato in un comunicato.

Di seguito il comunicato completo:

ON A MOVE/IN MOVIMENTO tutti!

Questa è una dichiarazione della famiglia MOVE per informare che alla famiglia MOVE non interessa nessuna discolpa da parte di nessun pubblico ufficiale a Filadelfia per il bombardamento della nostra famiglia nel 1985, che causò l’assassinio di 11 nostri famigliari (5 dei nostri bambini e 6 adulti). Se i pubblici ufficiali della città fossero sinceri nel rettificare il disastro del 1985, metterebbero in libertà il nostro fratello Mumia Abu Jamal, immediatamente!

Loro non possono restituirci i nostri 11 famigliari, che assassinarono nel 1985, ma possono restituirci il nostro fratello Mumia Abu Jamal, che fu imprigionato 39 anni fa per un crimine che non commise, e tutto il mondo lo sa, inclusa Maureen Faulkner, alla quale è sfuggita di bocca la difesa dell’Ufficio Federale delle Prigioni.

In MOVE diciamo che se i pubblici ufficiali di Filadelfia credono che offrire le scuse sia la risposta, allora dovrebbero discolparsi con le famiglie di Walter Wallace, Winston Hood, William Green… e con le famiglie delle innumerevoli vittime della brutalità poliziesca che sono state assassinate nella città del cosiddetto “amore fraterno”.

Stiamo dicendo che una discolpa senza azione non significa nulla! LIBERATE MUMIA ABU JAMAL! VIVA L’AFRICA PER SEMPRE!

La familia MOVE.

18 dicembre 2020

Desinformémonos

Traduzione a cura di Comitato Carlos Fonseca

Potrebbe interessarti





Fonte: Infoaut.org