78 visualizzazioni


SABATO 4 DICEMBRE’021 alle 18

Iniziativa a cura di Centro di documentazione dei movimenti “F.Lorusso-C.Giuliani” e Vag61

– alle 18: presentazione di “Cosa c’è dopo il mare” di Patrizia Fiocchetti. Oltre all’autrice parteciperà Athanasia Kontochristou (“Le ceneri di Moria trasformate in poesia”)

– alle 20: cena sociale

NB: la serata sarà fino a esaurimento posti. Inoltre, chiediamo a chi intende frequentare gli spazi di Vag61 di farlo osservando alcune precauzioni, come l’uso della mascherina, il distanziamento fisico e il rispetto della disposizione dello spazio.

Cosa c’è dopo il mare (Lorusso Editore)
Un’isola nel Mediterraneo, un campo profughi, storie di donne che si intrecciano fra loro ai confini della Fortezza Europa, un’umanità costretta ai limiti dell’umano, la resistenza e la lotta contro la disumanità e l’ingiustizia. E poi c’è il mare, meraviglioso oggetto di desiderio e terribile ostacolo a una vita incognita e desiderata.

Patrizia Fiocchetti
Per più di vent’anni ha lavorato con i rifugiati politici. Ha pubblicato Afghanistan fuori dall’Afghanistan (Poiesis ed. 2013, con Enrico Campofreda) e Variazioni di Luna- Donne combattenti in Ira, Kurdistan, Afghanistan (Lorusso Editore, 2016) Lorusso Editore, 2016) e ha partecipato ai libri Una mattina ci siam svegliate (Round Robin, 2015), Si può ancora fare(Safarà, 2016) e Fuoco! (Red Star Press, 2018). Ha pubblicato articoli con Il Manifesto e le riviste Laspro, Confronti e Guerre e Pace.

Le ceneri di Moria trasformate in poesia
Athanasia Kontochristou, a partire dalla sua esperienza sul campo, ha trasformato le ceneri di Moria in narrazione e poesia. Athanasia Kontochristou svolge attività di volontariato con le donne profughe a Lesbo. Collabora con la Casa delle Donne di Bologna e Trama di Terre di Imola. Ha pubblicato e tradotto in greco libri e articoli sul femminismo e di carattere filosofico e politico. È dottoranda di ricerca sul femminicidio in Italia e in Grecia.





Fonte: Vag61.noblogs.org