Gennaio 20, 2023
Da Radio Ondarossa
18 visualizzazioni

Qual è stata l’ecologia politica del regime fascista? In che modo la propaganda mussoliniana affronta la questione della relazione fra uomo e natura? Quale lettura dare delle operazioni, spesso sovradimensionate, di bonifica dei territori paludosi e di istituzione dei parchi nazionali condotte durante il ventennio. A questi interrogativi cerca di rispondere Marco Armiero, storico dell’ambiente e ricercatore presso vari istituti dentro e fuori l’Italia, di cui è uscito da pochissimo “La natura del duce. Una storia ambientale del fascismo” (Einaudi editore), scritto insieme a Roberta Biasillo e Wilko Graf von Hardenberg.




Fonte: Ondarossa.info