Novembre 21, 2020
Da Gruppo Anarchico Chimera
55 visualizzazioni


Dobbiamo essere sinceri a volte, raramente, la pubblicitĂ  aiuta a trasmettere dei messaggi. Senza dimenticare che comunque la pubblicitĂ  ci caca in testa.

Abbiamo deciso di giocare di nuovo con un noto marchio di pasta che promuove della salsa di pomodoro.
Salsa prodotta dalla raccolta disumana pratica nei campi di pomodori.

Raccolta basata sullo sfruttamento e sullo schiavismo dei migranti che trasforma il rosso del pomodoro nel rosso del sangue degli schiavi sfruttati in una terra abitata da sfruttati, in una perenne rincorsa a schiacciare il piĂč debole

Un grosso grazie va alla crew e a The Urban Arancino per la condivisione del tempo, dei rischi e del divertirsi insieme nel giocare con il subvertising senza dimenticare che la pubblicitĂ  ti caca in testa.




Fonte: Gruppoanarchicochimera.noblogs.org