50 visualizzazioni


DI FRONTE ALLA ROTTURA DELLE TRATTATIVE C’E’ SOLO UNA RISPOSTA POSSIBILE

LA RIPRESA DELLA LOTTA

Non avevamo mai accettato l’accordo del CIA sottoscritto, quando il covid impediva ogni mobilitazione, perché troppo oneroso era il prezzo imposto a pagare a tutti i dipendenti dell’Istituto della Sacra Famiglia.                                                                                                                          

Ad esso ci siamo opposti con mobilitazioni di protesta e cause legali tutt’ora in corso. Quando si era riaperto lo spazio di trattativa, per decisione del giudice che aveva dichiarato antisindacale il comportamento aziendale nella trattativa sull’accordo CIA, abbiamo partecipato attivamente alla ripresa del tavolo delle trattative.                                                    

Ci fa piacere sottolineare che in tale occasione si era trovato l’unità nella piattaforma rivendicativa tra tutte le organizzazioni sindacali e la RSU, in cui si rivendicava quello che si era perso dal passaggio forzato da ARIS a UNEBA (riduzione d’orario, adeguamento del salario, indennità turni, malattia, ferie, riposi). Il miglioramento delle condizioni per coloro già assunti in UNEBA. Anche nel ridefinire i pesanti e insopportabili carichi di lavoro degli attuali programmati, fortemente penalizzanti per la mancanza di personale.

Ma per l’azienda si è trattato solo di una finta trattativa, imposta dal giudice, per cui dopo tre mesi ha comunicato apertamente la rottura delle trattative, dichiarando cinicamente che non intende rinunciare in alcuno modo su quanto “risparmiato”, a spese dei lavoratori, dall’accordo CIA firmato il 29 giugno 2020.

Di fronte all’ennesima pugnalata da parte della Direzione Aziendale c’è una sola possibilità reale:

            il nostro ricorso alla mobilitazione con l’apertura dello stato di agitazione.

E’ la stessa coerenza che chiediamo a tutti i sindacati che unitariamente hanno sostenuto la piattaforma rivendicativa nella riapertura in questa fase di trattative.

Uniti sarà molto più facile ottenere quanto c’è dovuto.

Unione Sindacale Italiana   Sanità   –  USI CIT                                       Cesano Boscone  29/05/2021




Fonte: Usi-cit.org