Settembre 10, 2021
Da Unione Sindacale Italiana
63 visualizzazioni


Attenzione: apre in una nuova finestra.
PDFStampaE-mail

LA TORMENTATA VICENDA DEI LAVORATORI del GRUPPO FORTE’,

SUPERMERCATI SICILIANI SOC. MERIDI:

ANCORA UNA SITUAZIONE IN BILICO,

LA MOBILITAZIONE PROSEGUE

Nella giornata di oggi, 31 Agosto 2021, alle ore 10:00 si è svolto un incontro fra i seguenti soggetti: Iges s.r.l., avvocato Berti, organizzazioni sindacali e Commissario Straordinario di Meridi, Prof. Manfredi.

L’incontro aveva ad oggetto l’espletamento procedurale ex art. 47 legge fallimentare per il passaggio di n. 52 lavoratori e 12 punti vendita del palermitano e trapanese.

L’Unione Sindacale Italiana, rimane preoccupata per i restanti lavoratori della catena Meridi presenti nella provincia di Catania e le restanti province siciliane per un totale di 100 lavoratori circa che di fatto restano in attesa di conoscere il proprio futuro lavorativo.

L’incontro comunque si è concluso con un nulla di fatto, a causa dell’eccezione sollevata dai sindacati concertativi (cgil cisl uil di  categoria) che manifestano l’esigenza di convocare due tavoli separati.

L’USI pur essendo d’accordo per la convocazione di due tavoli separati, osserva che l’eccezione sollevata causa ritardi procedurali disattendendo il mandato dei lavoratori.

Intanto, come annunciano i dipendenti autorganizzatisi con USI, si tornerà a breve al MISE, al Ministero per lo Sviluppo Economico, per manifestare tutto il nostro disappunto nella gestione della crisi a tutela dei lavoratori della Meridi che dopo due manifestazioni e relative promesse, aspettano ancore risposte concrete dal Ministero.

SICILIA 31/8/2021

A cura di Rosario Marco Vizzini Segretario USI Regione Sicilia

Per contatti:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sito nazionale ufficiale www.usiait.it




Fonte: Usiait.it