163 visualizzazioni

Da qualche tempo, tangenzialmente al progetto di public history dedicato a Giuseppe Pinelli, abbiamo ripreso ad occuparci della Crocenera Anarchica, fondata a Milano nel 1969 da Amedeo Bertolo, Umberto del Grande e Pinelli stesso sull’esempio dell’Anarchist Black Cross di Stuart Christie. Negli intenti, l’organizzazione avrebbe dovuto occuparsi principalmente di solidarietà internazionale, in particolare verso gli anarchici spagnoli. Tuttavia, essa si verrà a trovare in breve tempo all’epicentro della strategia volta a colpire gli anarchici che sarebbe culminata negli attentati del 12 dicembre 1969, nell’assassinio di Pinelli e nell’incarcerazione di Pietro Valpreda. L’attività di controinformazione e di solidarietà ai compagni colpiti dalla repressione assorbiranno velocemente quasi tutta l’azione militante.

La Crocenera e le persone che l’hanno animata si sono giocoforza trovate a svolgere un ruolo importante. È proprio per dare adeguata rappresentazione di questa attività che stiamo intraprendendo un lavoro di ricerca (tra le altre cose dedicato allo spoglio della documentazione conservata presso i nostri archivi e all’incrocio delle fonti orali e scritte) per giungere a comporre una storia della Crocenera, suffragata da fatti e memorie, oltre che procedere alla pubblicazione dei materiali più interessanti da essa prodotti, debitamente posti all’interno del loro contesto storico.

Cominciamo pubblicando una breve storia dell’organizzazione.

Un altro piccolo tassello di questo lavoro è rappresentato dalla pubblicazione, sempre sul nostro sito, del testo completo in PDF dell’opuscolo Le bombe dei padroni.

RISORSE




Fonte: Centrostudilibertari.it