Dicembre 29, 2021
Da Infoaut
25 visualizzazioni


Per i lavoratori Unes supportati dal Si Cobas si preannuncia un fine 2021 e inizio 2022 di lotta.

||||



.itemImageBlock { display: none; }

Lunedì 27 dicembre 2021 è tornata la polizia in assetto antisommossa per cercare di fermare la mobilitazione dei lavoratori iscritti al Si Cobas ai magazzini Unes di Trucazzano, vicino Milano. Due notti prima erano ripartiti i blocchi dopo l’annuncio della coop Lgd del licenziamento di oltre una quarantina di lavoratori. Da qui la protesta, con blocco dei camion in ingresso. E’ poi arrivata in massa la celere che – dopo una lunga resistenza dei lavoratori – ha spostato fisicamente gli operai, sdraiati a terra, dalla strada d’accesso al magazzino. “Lgd – denuncia il sindacato di base – vuole eliminare il Sì Cobas, il sindacato scelto dai lavoratori, per imporre lo sfruttamento che già c’è a Vimodrone, sempre al magazzino Unes, con il lavoro a cottimo e l’accondiscendenza della Cisl per aumentare i suoi profitti”.

Ai nostri microfoni Alessandro Zadra, Si Cobas. Ascolta o scarica.

Da Radio Onda d’Urto

Potrebbe interessarti





Fonte: Infoaut.org