Gennaio 29, 2021
Da Infoaut
109 visualizzazioni


È di 220 feriti e un morto il bilancio di nuovi scontri notturni in Libano durante proteste popolari antigovernative nella città di Tripoli, a nord della Capitale, Beirut. A riferirlo la Croce Rossa libanese e le autorità sanitarie della città, tornata al centro da giorni di intense agitazioni popolari nel contesto di una prolungata crisi economica, aggravata dalle misure anti-covid.

||||

.itemImageBlock { display: none; }

Dopo una serie di cortei e sit-in svoltisi per tutta la giornata di fronte al palazzo governativo di Tripoli, in tarda serata sono scoppiati gli scontri tra centinaia di manifestanti e militari dell’esercito, con lancio di bottiglie incendiarie e pietre da parte dei dimostranti e idranti, lacrimogeni e pallottole di gomma dei militari.

La corrispondenza dal Libano con Lorenzo Forlani, giornalista freelance, collaboratore di diverse testate Ascolta o scarica

Da Radio Onda d’Urto

Potrebbe interessarti

  • ||||

    In questi giorni accusa contro il Premier uscente,  in carica durante l’esplosione a Beirut, più altri tre ex ministri: negligenza, mancato adempimento dovere

  • ||||

    di Gilbert Achcar

    Il primo testo è una intervista a Gilbert Achcar di Suzi Weissman, condotta l’8 agosto

  • ||||

    A Beirut, capitale del Libano, la rabbia popolare continua ad assediare i palazzi del potere, contro la corruzione della classe politica, la crisi

  • ||||

    Ieri pomeriggio migliaia di persone sono scese per le strade di Beirut per protestare contro la corruzione del governo sotto gli slogan: “Giorno

  • ||||

    Abbiamo fatto alcune domande ad una compagna e collaboratrice di InfoAut che risiede a Beirut su ciò che sta accadendo dopo




Fonte: Infoaut.org