Ottobre 4, 2021
Da Radio Blackout
108 visualizzazioni


Uno striscione campeggia sulla facciata dell’ex Casa Cantoniera di Claviere, occupata sabato scorso da un gruppo di nemici delle frontiere, per far ri-nascere un nuovo rifugio autogestito, dopo gli sgomberi del sottochiesa di Claviere, Chez Jesus, e della Casa Cantoniera di Oulx, Chez JesOulx.
Sullo striscione è scritto: “Solidarietà con chi lotta. Fuoco alle frontiere. Emilio e Mimmo liberi”.
Emilio Scalzo, attivista No Tav e No Border, si trova ai domiciliari in attesa dell’estradizione in Francia velocemente concessa dal tribunale di Torino. Emilio non si è mai tirato indietro nella solidarietà attiva lungo la frontiera tra la Francia e l’Italia.
Mimmo è l’ex sindaco di Riace condannato a 13 anni e mezzo di reclusione per aver offerto accoglienza a Riace a uomini, donne e bambini, che hanno abitato le case lasciate vuote dagli abitanti costretti a loro volta ad emigrare. Secondo i giudici Mimmo Lucano non ha rispettato le regole di un gioco truccato. Un gioco che chi lotta contro le frontiere in alta Val Susa non vuole giocare, nella consapevolezza che l’unica prospettiva realista è l’annullamento delle frontiere.
Con una compagna del nuovo rifugio autogestito di Claviere, nato con l’occupazione dell’ex casa Cantoniera lo scorso sabato, abbiamo provato a ricostruire quel percorso di lotta e le prospettive che si aprono per la gente in viaggio grazie al nuovo rifugio. Nelle strutture istituzionali i migranti sono obbligati a dare i documenti, a far rilevare le impronte, rischiando di essere intrappolati nel meccanismo di Schengen, che prevede che si debba far domanda d’asilo nel primo paese dell Unione Europea in cui si arriva. Poco importa che le mete siano altre, che il proprio progetto di vita sia altrove.
Un luogo caldo e sicuro dove trovare appoggio, informazioni, dove chi passa si trova in un luogo dove tutto dipende dalla capacità di autogestirsi di chi lo attraversa, fuori e contro le logiche assistenzialiste.
Ascolta la diretta:


Ieri avevamo sentito una compagna dalla nuova occupazione della Casa Cantoniera di Claviere, alla frontiera con la Francia.

Ascolta la diretta:




Fonte: Radioblackout.org