Febbraio 26, 2021
Da Radio Blackout
175 visualizzazioni

Maxioperazione di Polizia martedì 23 febbraio, all’alba, nel Triestino, con tanto di coinvolgimento dell’Ucigos, l’ufficio della Polizia di Stato che si occupa di terrorismo ed eversione. Nel mirino delle autorità ci sarebbero le attività di Linea D’Ombra, basate sul “fornire gratuitamente cibo, scarpe e vestiti” ai migranti, sia quelli che arrivano a Trieste, sia quelli sulla Rotta Balcanica

Sono state effettuate diverse perquisizioni, sequestrati i telefoni, oltre ai libri contabili dell’associazione e diversi materiali. Il tutto alla ricerca di prove per una fantomatica imputazione di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” di cui non sono ancora chiari i destinatari, visto che gli attivisti che hanno subito le perquisizioni, al momento, non hanno ricevuto alcuna incriminazione formale.




Fonte: Radioblackout.org